Movimento culturale, artistico, letterario e musicale, nasce in Germania alla fine del XVII secolo, si diffonde successivamente in tutta Europa, dove in  ogni nazione prenderà  connotazioni differente.

La parola Romanticismo viene dall’ inglese “romantic”, che stava ad indicare quello che veniva rappresentato non della realtà ma ben si in termini “romanzeschi”,   a questi si associa un altro termine,  “pittoresco” che rappresentava per lo più il sentimento che poteva suscitare.Quando prende piede in Inghilterra molti artisti che abbandonarono l’ Illuminismo trovarono nel Romanticismo un notevole successo, pittori come Gèricault, Delacroix, Caspar David.
Nell’ Illuminismo e Neoclassicismo che si  sviluppnoi all’ incirca nello tesso periodo, il Romanticismo si cotrappose sviluppando concetti quali l’ emotività, spiritualità, immaginazione, individualità    dell’ artista, in contrapposizione alla ragione dell’ Illuminismo e idealismo della bellezza del neoclassicismo.
Nel Romanticismo s’individua il concetto “ uomo moderno “ in contrapposizione “all’uomo classico”, l’ uomo non è più un individuo autosufficiente, ne integro e finito, come si riteneva nell’ antichità, ma  come un individuo che tende all’ infinito alla ricerca di piacere e soddisfazioni che li permettono di andare alla ricerca di nuove esigenze.
Temi tipici del romanticismo furono la “Negazione” della ragione, in quanto non era in grado di spiegare tutto ciò che accadeva, per questo s’ inoltrarono nel sogno e nelle visioni, sentimenti e follia, sviluppando l’ “Estotismo”, una fuga della realtà, che poteva essere rappresentata sia temporale che spaziale, “tempi diversi, luoghi diversi”.
Il soggettivismo ed l’ individualismo, emergono con l’ abbandono della ragione, tutto ciò che circonda la natura e l’ uomo non ha una razionale chiave di lettura, così si arriva al concetto che
l’ uomo riflette i propri problemi, o il proprio io nella natura, quindi diventa il prodotto della natura stessa. Si sviluppa in oltre il concetto di nazionalismo accentuando l’ amore ai contenuti folcloristi di ogni nazione.
Tema epico del Romanticismo è stato il concetto “dell’ assoluto”,  l’ uomo si spinge alla ricerca di un qualcosa non definito, e nello steso tempo è colpito da un forte senso d’ angoscia in quanto proiettata nell’infinito dove il senso del vuoto lo attanaglia, dove l’ incapacità  e la paralisi nei confronti dell’ assoluto, l’ orrido e le paura diventano il bello.
Nell’ arte gli argomenti presi come riferimento sono ambientazioni di paesaggi spettacolari , mistici che tendoni all’ infinito tali da creare all’ osservatore un senso d’ inquietudine.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.