La Regione Puglia convoca la Provincia di Lecce, i comuni di Lecce e Vernole, l’ATO Puglia, la direzione generale di AQP, l’ARPA Puglia ed il consorzio ASI Lecce. Come è noto, l’amministrazione comunale di Vernole, con delibera di giunta comunale n.103 del maggio scorso, ha rappresentato ai soggetti

istituzionalmente competenti la impropria situazione relativa allo scarico dei reflui delle città di Lecce e Surbo e delle zone industriali di quelle città che da anni determinano guasti ambientali, danni all’economia del territorio e che hanno sinora costituito un ingiustificato spreco di denaro pubblico.
Nello scorso mese di settembre – su sollecitazione dell’amministrazione comunale di Vernole che, a fronte dell’inerzia dei soggetti istituzionalmente interessati, aveva espresso l’indirizzo di coinvolgere nell’intera vicenda la Commissione Europea – la Regione Puglia ha avviato una serie di approfondimenti ascoltando, in apposite e specifiche riunioni, i soggetti e gli enti interessati alla verifica e all’approfondimento della delicata questione.
Altri incontri erano stati in precedenza promossi dal sindaco del comune di Vernole Mario Mangione e tenuti con l’amministrazione comunale di Lecce nella persona del sindaco Paolo Perrone e dei tecnici comunali competenti, del consorzio di bonifica “Ugento e Li Foggi” in persona del presidente Giuseppe Palese e dello staff tecnico dello stesso consorzio.
La Regione Puglia, per l’incontro fissato a Bari per mercoledì 15 dicembre, ha chiamato a responsabilità e raccolta tutte le parti interessate chiedendo formalmente a ciascuna di esse di far conoscere le azioni sinora svolte nel merito:
– All’AQP di fornire:
•    i dati degli autocontrolli sull’impianto di depurazione a servizio dell’agglomerato di Lecce riferiti all’anno 2010;
•    notizie e dati sulla rete di fogna nera dell’abitato di Surbo e dei relativi collettamenti;
– All’AQP ed al Comune di Lecce di fornire notizie e dati sulla rete di fogna nera e di fogna pluviale dell’abitato di Lecce e dei relativi collettamenti;
– All’ARPA di fornire i dati dei campionamenti dell’impianto di depurazione a servizio dell’agglomerato di Lecce e dell’impianto di depurazione a servizio dell’ASI Lecce/Surbo riferito all’anno 2010;
– Al Comune di Lecce di fornire:
•    notizie e dati sugli scarichi autorizzati lungo il canale che sfocia in località San Giovanni a San Cataldo di Vernole;
•    notizie e dati sull’impianto di fitodepurazione e rinaturalizzazione tra San Cataldo e Le Cesine;
– Al Consorzio di Bonifica di Ugento e Li Foggi di fornire notizie e dati sull’impianto di affinamento di Ciccio Prete, sui relativi collettamenti e sulla rete irrigua del comprensorio;
– Al Consorzio ASI Lecce di fornire notizie e dati sull’impianto di depurazione e sulle opere accessorie a servizio dell’ASI Lecce/Surbo (potenzialità, utenze allacciate, tipologia stazioni di trattamento, collettamenti, sollevamenti e dati degli autocontrolli sui reflui);
– Alla Provincia di Lecce di fornire notizia e dati sui controlli riferiti agli scarichi in questione.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

16 + dieci =