Venerdì 17 dicembre all’Istanbul Cafè di Squinzano (Le) serata a base di ruvide sonorità con Lonny Blaster, quattro hard rockers dalla provincia di Taranto ormai veterani della scena pugliese, attivi dal

2000 attraverso vari cambi di formazione, propongono un sound stradaiolo e coinvolgente, tra vecchi Guns’n’Roses e AC/DC, Ashram inside, la formazione gallipolina guidata dai fondatori Saverio Giaffreda (voce) e Giuseppe Fracasso (chitatta) ha visto l’ingresso di Andrea Doria (storico batterista dei Kiss Of Death), di Salvatore Marini (basso) e di Luca Alfieri (chitarrista già all’opera coi Kronium) e Muff.it.one, nuova band hard rock dal tarantino, che vede tra le sue fila membri ed ex-membri di Evillive, Cosmic Heresy e The Sovran e propone cover e pezzi inediti che spaziano per stile dall’hard anni ’70 al grunge al rock’n’roll.

Sabato 18 dicembre (ingresso 3/5 euro) appuntamento con la musica cubana dei Cuentas Claras, progetto nato nel 2003. I temi di cui raccontano nei loro testi i Cuentas Claras sono quelli dei mali del mondo, della vita e dei suoi problemi. C’è u…na dimensione globale ma c’è anche una dimensione intima, personale. Poesia urbana per raccontare la realtà dell’Avana. Il tentativo, riuscito, dei Cuentas Claras è quello di mescolare il rap con i ritmi peculiari di Cuba e con i diversi generi musicali che i componenti del gruppo hanno attraversato,dalla musica tradizionale cubana, al jazz, al funk. Questo lavoro di fusione è un tratto comune nei raperos cubani che non possono rinunciare alle sonorità dell’isola. I Cuentas Claras sono in Italia per presentare il progetto El topo Producciones, tentativo di produzione indipendente nella città dell’Havana El topo opera soprattutto alla Madriguera, una specie di centro sociale autogestito dall’interessante e super attiva Associazione Hermanos Saiz. La Madriguera è il cuore pulsante dell’underground cubano. Il progetto El topo nasce da una sinergia e un amore comune per la musica.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

14 − uno =