“Presto tutti i cittadini potranno avere le informazioni sullo stato dell’ambiente a portata di click.
Il D.lgs. N. 195/2005 aveva già introdotto l’obbligo per le p.a. di rendere fruibili i dati relativi allo stato degli elementi dell´ambiente

(quali l´aria, l´atmosfera, l´acqua, il suolo, il territorio, i siti naturali, le zone costiere e marine, la diversità biologica ed i suoi elementi costitutivi, compresi gli organismi geneticamente modificati, e, inoltre, le interazioni tra questi elementi) e ai fattori quali le sostanze, l´energia, il rumore, le radiazioni, i rifiuti, anche quelli radioattivi, le emissioni, gli scarichi ed altri rilasci nell´ambiente, che incidono o possono incidere sugli elementi dell´ambiente.
Nel comune di Maglie tutto era fermo al 2006, anno in cui fu redatto un catalogo pubblico delle informazioni ambientali che però non si è mai provveduto ad aggiornare annualmente nonostante la legge prevedesse un obbligo in tal senso.
Con l’approvazione del mio o.d.g. – dice la Repubblicana Culiersi – si procederà entro il 31 marzo 2011 all’aggiornamento e pubblicazione del catalogo sul sito istituzionale del comune. In questo modo sarà garantito ai cittadini il diritto di accesso all’informazione ambientale e si metteranno a disposizione del pubblico in maniera sistematica e progressiva tutte le informazioni riguardanti lo stato dell’ambiente nel nostro territorio”.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.