Si svolgerà venerdì 17 dicembre 2010, a partire dalle ore 17.30, presso il “Centro per la Legalità” in Piazzale Crocefisso-Via Colonna, la manifestazione Play and Clip… Rewind.
Una serata dedicata all’incontro fra adolescenti, operatori socio-culturali, amministratori locali

e responsabili dei servizi sociali e genitori che in misura e con ruoli diversi hanno contribuito al laboratorio estivo di teatro e video e che ora viene rivissuto attraverso la proiezione dei videoclip realizzati dai giovani partecipanti.
Sarà un incontro per continuare a riflettere e discutere insieme ed in maniera costruttiva delle tematiche tipiche dell’adolescenza, sul ruolo degli adulti, sulla comunicazione fra adolescenti, giovani e adulti. I video clip realizzati saranno utilizzati come input per un’attività di focus group.
Proprio l’approccio educativo impiegato nel corso del laboratorio estivo rappresenta l’elemento più importante. Nel lavoro di apprendimento sul teatro e la “ripresa video”, infatti, va sottolineata la metodologia basata sui principi dell’educazione non formale, dove, cioè, non sono previsti momenti di “lezione o formazione frontale”, teorici, ma il tutto si basa sull’interattività. Non è l’argomento, la materia specifica ad essere al centro, ma sono le persone ad avere un ruolo predominante; le nozioni vengono trasmesse sempre attraverso attività creative, giochi di ruolo e, in ogni momento, si fa attenzione agli umori del gruppo facendo si che “il come si sta svolgendo il tutto”, sia più importante del “cosa si stia facendo”.
Per semplificare si può dire che si tratta di un percorso basato sui “processi” più che sui “compiti”. Teatro e ripresa video, ovviamente, hanno rappresentato uno strumento per entrare in relazione col gruppo prima e dare una possibilità di espressione ai ragazzi nel prosieguo.
L’attività è stata condotta da Phase 35 per ciò che riguarda il video e da Francesco Perrone per quel che concerne il teatro e sono stati affiancati e supportati in ogni momento e fase del laboratorio da gruppi di animatori, educatori, formatori del settore giovani della società cooperativa sociale L’Arcobaleno di Lecce, che hanno avuto il compito di occuparsi delle dinamiche e dei processi all’interno del gruppo e fra il gruppo e gli operatori stessi.

Queste le dichiarazioni dell’Assessore ai Servizi Sociali e Pari Opportunità del Comune di Monteroni di Lecce, Anna Maria Longo

“L’esperienza positiva del progetto Play&clip,  realizzato in collaborazione con la cooperativa Arcobaleno, ha raggiunto le finalità che tutti speravamo: dare vita a spazi multidimensionali per co-costruire, insieme ai ragazzi del territorio, realtà in cui raccontarsi, esprimersi, conoscersi, sperimentare diversi linguaggi (la musica, il teatro, le riprese video), creare cioè intrecci d’arte, ma anche di storie di vita, di idee, pensieri e desideri. Lo scopo principale è stato quella di avviare una proposta che coinvolgesse i giovani preadolescenti e adolescenti. L’adolescenza è caratterizzata da una molteplicità di cambiamenti su svariati fronti che coinvolgono il giovane e spesso sconvolgono la sua famiglia. L’obiettivo è dunque quello di promuovere processi di crescita fondati sulla reciprocità e sulla partecipazione e il progetto di un territorio i cui componenti più giovani non sono relegati al semplice ruolo di spettatori, ma diventano protagonisti di un vissuto che spesso viene loro precluso.
L’Amministrazione e in particolar modo l’Assessorato alle Politiche Sociali – conclude – intende perseguire tali finalità, per continuare il lavoro iniziato coinvolgendo i giovani in altre iniziative progettuali che comprendono principalmente queste fasce di età”.