Intervento del Presidente del Gruppo Udc alla Regione Puglia, Salvatore Negro : “La questione dello sversamento in mare delle acque reflue degli impianti fognari di Gallipoli e del comprensorio di Casarano

troverà presto una soluzione che salvaguarderà il tratto di costa ionica della Città bella”. Lo ha detto il Presidente del Gruppo Udc alla Regione Puglia, Salvatore Negro, che ha presentato un emendamento all’art. 24 del Bilancio regionale che prevede un fondo di 500mila Euro finalizzato alla redazione del progetto esecutivo della fitodepurazione e del recapito finale delle acque reflue nelle cave dismesse “Mater Gratia” e nei campi di spandimento esistenti nel comprensorio di Casarano.
“Abbiamo presentato il nostro emendamento – ha spiegato il Presidente Udc – e dopo la discussione in Aula l’assessore Amati  ha assunto l’impegno a risolvere in tempi brevi l’annosa questione che arreca un danno incalcolabile all’economia gallipolina e salentina, in quanto il tratto di costa interessato è una delle mete turistiche più gettonate della Puglia. L’assessore Amati – ha continuato Negro – ha giudicato positiva l’esperienza di Melendugno, altro Comune salentino, e intende trasferirla a Gallipoli, assicurando che in tempi brevi sarà realizzato un progetto di fitodepurazione che consentirà di sversare le acque reflue nelle cave dismesse e nei campi di spandimento esistenti”.
“Portiamo a casa un risultato importante – ha concluso il capogruppo Udc – Un risultato che conferma l’impegno del Gruppo a favore del territorio”.