Nuovo, ennesimo, assalto armato in città per quella che, pare, essere una escalation senza una fine apparente. Risalgono a poche ore fa i colpi ai danni dell’ufficio postale di Ortelle e la violenta rapina ai danni della gioielleria Riviere.

Senza dimenticare il colpo alle poste di via Benedetto Croce, seguito da sequestro di persona ed inseguimento, ma anche, e soprattutto, dall’arresto del bandito. La paura, tra i commercianti, comincia a farsi strada. C’è chi provocatoriamente dichiara di volersi armare per contrastare l’ondata di criminalità. Questa volta i banditi hanno colpito il supermercato Dico, in via Taranto, in orario di punta. Ad agire due rapinatori, giunti a bordo di uno scooterone. Uno dei due, travisato da casco ed armato di pistola, ha fatto irruzione quando erano passate da pochi minuti le 13. Puntando dritto verso la cassa, il malvivente armato ha intimato al dipendente di consegnargli i soldi, circa 400 euro. Poi, guadagnata l’uscita, è salito a bordo del mezzo a due ruote ed insieme al complice sono fuggiti. L’assalto, rapido e deciso, è avvenuto sotto lo sguardo incredulo di tanti studenti universitari, poiché il supermercato sorge nei pressi dell’ateneo leccese e della facoltà di lingue. Tutto, fortunatamente, si è svolto senza intoppi e nessuno è rimasto ferito. Solo un lieve malore per un presente.

Lanciato l’allarme, sul posto gli agenti di polizia, che ora indagano sull’episodio. I poliziotti hanno acquisito i filmati delle telecamere di videosorveglianza, dai quali potrebbero emergere elementi utili alle indagini.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 × due =