Sabato 18 e Domenica 19 (dalle 9 alle 13 e dalle 16.30 e alle 20.30), le Officine Cantelmo di Lecce rimarranno aperte per dare la possibilità di acquistare regali firmati UniSalento.

Da alcuni mesi, infatti, è in distribuzione a Lecce presso le Officine Cantelmo e le librerie Apuliae, Liberrima e Gutenbuerg il merchandising dell’Università del Salento, progetto a cura della Cooperativa Lecce Città Universitaria. Felpe, magliette, borse porta computer e porta documenti, cappelli, moleskine, zaini, cravatte, pashmine, foulard, agende, tazze e tanti altri prodotti, fanno parte del catalogo Unisalentostore, caratterizzate dal simbolo della Ù.

Il fenomeno del merchandising, molto radicato nei campus anglosassoni, da qualche anno si sta diffondendo anche nelle università italiane. Anche l’Ateneo salentino vuole proporre la sua sfida: aumentare il senso di appartenenza alla comunità accademica e, quindi, al territorio. Gli obiettivi del progetto di merchandising dell’Università del Salento sono infatti di incentivare la fiducia e il senso di appartenenza di studenti, ex-studenti, neolaureati, dottorandi, ricercatori, docenti all’università che li ha formati o che li accoglie e di comunicare e promuovere le buone pratiche dell’Ateneo nel mondo esterno.

La tradizione e la qualità degli studi proposti nelle sedi universitarie di Lecce e Brindisi, che nulla hanno da invidiare ai più noti centri di eccellenza accademica stranieri, devono rappresentare a tutti gli effetti motivo distintivo e di orgoglio per quanti le hanno frequentate e le frequentano quotidianamente. In questo scenario è nata l’esigenza di creare un logo in grado di dare all’Università del Salento e al territorio nel suo complesso, forza attrattiva e propulsiva.

La linea di costa, schematizzata in una “U”, diviene la culla del sapere; la linea di terra che simboleggia il Salento, è tradotta in un “accento”, che diventa la rappresentazione di un fiume, di un corridoio, di un’autostrada dove corre la conoscenza e che consente di superare ogni chiusura con il Mediterraneo, dando uno spazio, nuovi collegamenti, nuova apertura verso l’esterno. L’iter è partito dall’osservazione del contesto territoriale, e utilizzando il disegno del medaglione istituzionale, questo si è schematizzato in un logo che per la sua semplicità diviene facilmente riconoscibile ed applicabile.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

9 − 7 =