“L’Amministrazione di Palazzo dei Celestini  ha messo il bavaglio all’opposizione, impedendole artatamente di illustrare la mozione sugli “stabilizzati”.” Lo comunicano in una nota i gruppi consiliari di opposizione: PD, UDC, IDV, S.I. “Essa, infatti, esprimeva un mero atto di impegno che rientra senza ombra di dubbio nelle competenze del Consiglio e, pertanto, poteva e doveva essere discussa. 

Con un  evidente atto di debolezza politica, invece, Gabellone ed i suoi si sottraggono al confronto in aula, inaugurando la stagione della prevaricazione e risvegliando vecchi e tristi ricordi di anni in cui la democrazia era stata messa al bando. Oggi, per la prima volta, l’Assise consiliare di Palazzo dei Celestini ha vissuto una brutta pagina della sua storia. Trentasette famiglie, uomini, donne e non “numeri” o “posti ricoperti”, sono sul baratro della disoccupazione, grazie ad un atto sconcertante del centrodestra che, di fatto, ha avviato per essi le procedure di licenziamento. Per la prima volta, un’amministrazione pubblica allarga volutamente la schiera dei disoccupati e nega il diritto di parola ad un’opposizione che dai suoi banchi da sempre ha posto il lavoro ed i lavoratori al centro del proprio impegno politico. Siamo vicini in questo difficile momento ai 37 stabilizzati ed alle loro famiglie che, a causa di un’arrogante amministrazione di centrodestra,  passeranno sicuramente un Natale tutt’altro che sereno.”

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

dodici + cinque =