” In merito alle nuove e strumentali dichiarazioni rese in una conferenza stampa dalle minoranze consiliari, conferenza avente per oggetto la situazione dei lavoratori < ex stabilizzati >, si ribadisce che l’Amministrazione Provinciale non ha licenziato nessuno.”

Lo afferma l’ass. al personale della provincia di Lecce, Pierluigi Pando, di replica alle dichiarazioni e alle iniziative intraprese dalla minoranza consiliare in merito alle vicende occupazionali dei lavoratori della provincia di Lecce sottoposti negli anni passati a procedure di stabilizzazione. “Infatti non manca da parte del Governo Provinciale la volontà espressa a tutti i livelli di giungere ad una soluzione che consenta ai lavoratori sottoposti a procedure di stabilizzazione di avere – prima di tutto – certezze sul proprio futuro occupazionale, nel rispetto della legalità e delle procedure avviate. Continuiamo a respingere per questo, con nettezza, la definizione secondo la quale questa Amministrazione sarebbe intenzionata a portare avanti operazioni di macelleria sociale, gettando nello sconforto in maniera premeditata o scientifica decine di famiglie, come continuano a riportare con malcelato spirito propagandistico le stesse opposizioni. Il centrosinistra sappia, infine, che mai il Governo Provinciale e la sua maggioranza si sono sottratti al confronto istituzionale nelle sedi consiliari, nelle commissioni e dovunque si possa ragionare sul futuro del nostro territorio. Piuttosto suona per questo come ancor più demagogica la presentazione di una mozione per il ritiro di una Delibera di Giunta (mozione probabilmente non ammissibile), quando neppure i sindacati e neppure il Prefetto, esaminando la questione-stabilizzati nell’ultimo incontro in Prefettura, sono arrivati a chiedere tanto, limitandosi a dichiarare – correttamente e senza facili opportunismi – di voler seguire la vicenda con attenzione, accompagnando passo per passo le azioni e le determinazioni della Provincia ” .

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

10 − sette =