Gli esponenti del Pd provinciale, Antonio Maniglio, Teresa Bellanova e Cosimo Durante, hanno commentato la crisi che sta vivendo la Stp e le azioni di lotta intentate dai lavoratori ai quali esprimono solidarietà

 E non ci pare che il presidente  Pepe, non riuscendo a pagare gli stipendi e annunciando possibili decurtazioni alle buste paga, stia dando un contributo in tale senso.

Scaricare sui lavoratori, l’anello più debole della società, tutte  le difficoltà, è inaccettabile. E per questo siamo solidali con le loro inziative di lotta.

Si rinunci, pertanto, ai proclami a mezzo stampa, si mettano intorno  a un tavolo gli azionisti e si cominci a discutere nel merito.

L’atto fondamentale, per qualunque altra decisione, deve essere la definizione di un piano industriale che, chiudendo la fase delle difficoltà, individui già la prospettiva per il futuro.

Gli azionisti, a cominciare dalla Regione, sono disponibili a concorrere a uno sforzo di risanamento a condizione che non si chiedano risorse senza alcuna prospettiva, tanto per  mettere una pezza.

Ma di questo occorre discutere insieme ai rappresentanti dei lavoratori, evitando le quotidiane docce gelate fatte di tagli e licenziamenti che serrvono solo a creare un clima di tensione e di esasperazione.”

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattordici − 12 =