Da venerdì 3 dicembre (ore 22.00 – ingresso gratuito) al Gioia – coffee drink and restaurant di Galatone (Le) prende il via la rassegna “Il gusto del suono – Altri suoni, sapori e immagini dal salento..”, realizzata in collaborazione con l’Associazione culturale – musicale Sbam. Quattro appuntamenti che

spazieranno dal jazz sperimentale al cantautorato indipendente, tutto accompagnato dalle degustazioni proposte dai cuochi del locale e con esposizioni di foto, disegni, quadri e varie opere di artisti locali.

Primo appuntamento con il sassofonista Raffaele Casarano e il contrabbassista Marco Bardoscia che presenteranno lo spettacolo Invenzioni musicali. Durante la serata si potranno ammirare le chitarre progettate e realizzate dal liutaio galatonese Mattia Maglio e le foto realizzate da Antonio Morgante.

Raffaele Casarano si avvicina allo studio del sax all’età di sette anni con una forte passione per la musica, in particolare il jazz, intraprende gli studi presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari. Si diploma nel 2004 presso il Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce, studia successivamente jazz con Roberto Ottaviano, frequenta inoltre master classe con artisti come Dave Liebman, Emiliano Rodriguez, Maurizio Giammarco. “Argento”, nuovo lavoro discografico del sassofonista targato Tǔk Music, etichetta di Paolo Fresu, conclude la trilogia del progetto Locomotive dopo “Legend”, disco d’esordio (Dodicilune, 2006) totalmente acustico e con la partecipazione dell’Orchestra Sinfonica del Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce, e “Replay” (Universal, 2009). Raffaele Casarano è direttore artistico del Locomotive Jazz Festival giunto nel 2010 alla sua quinta edizione.

Marco Bardoscia, classe 1982, ha all’attivo diverse incisioni discografiche come side man ed è appena stato pubblicato il suo primo disco da Leader dal titolo “Opening” con ospite Gianluca Petrella, acquistabile su internet all’interno del sito www.jazzos.com. Ha collaborato e inciso con: Paolo Fresu, Paolo Di Sabatino, Maurizio Giammarco, Carlo Atti, Max Ionata, Gianluca Petrella, Tiziana Ghiglioni, Roberto Ottaviano, Fabio Zeppetella, Fabrizio Bosso, Daniele Scannapieco, Gaetano Partipilo, Eddy Palermo.

Gli appuntamenti della rassegna proseguiranno venerdì 10 dicembre con il sassofonista Davide Arena e il suo “New quartet”. Davide Arena originario di Tricase, si affaccia giovanissimo al mondo della musica nel “Jazz Bar” del fratello maggiore. È qui, infatti, che dall’ascolto dei grandi maestri nasce la passione per il sassofono, che da lì in avanti non lo abbandonerà più e a cui sceglie di dedicare la sua vita. Negli anni ’90 si trasferisce a Roma dove la sua carriera artistica prende slancio. Il suo sound possente ed energico non passa inosservato e nizia a collaborare con nomi del calibro di Roberto Gatto, Lucio Dalla, The James Taylor Quartet, Max Gazzè, Daniele Silvestri, la jazz band romana dei Buscaja, con cui registra per programmi Rai. Il rientro in Salento nel 2004 porta l’incontro col trombettista Cesare Dell’Anna, che lo chiama a far parte del gruppo balkanjazz Opa Cupa. Sodalizio artistico che prosegue tuttora e a cui si sono aggiunte le nuove collaborazioni in altri importanti progetti targati 11-8 Records: ZinA, Tarantavirus, Girodibanda. Nel 2009, assieme a Marco Rollo e a Giancarlo Dell’Anna, lancia il progetto Ard Trio, con cui è impegnato in giro per il Salento. A breve, inoltre, debutterà col suo primo album da solista.

Venerdì 17 dicembre spazio al “Monroe duo. Music film Project” un side project fondato dai chitarristi salentini Luigi Bruno e Michele Russo che, per questo progetto, hanno reinterpretato e rielaborato, in chiave minimale, colonne sonore di celebri film, soffermandosi, talvolta, anche sul ricordo di storici jingle pubblicitari e sigle tv vintage. Un viaggio attraverso i respiri di Ennio Morricone e Nino Rota, le suggestive e romantiche composizioni di Fiorenzo Carpi e Yann , fino a spingersi verso ambientazioni più acide alla Dik Dale di Pulp Fiction e ai polizieschi anni ’70 di Micalizzi. Per l’occasione saranno affiancati dal tastierista e compositore Mauro Tre.

Giovedì 23 dicembre la programmazione di dicembre si chiude con il concerto del cantautore Mauro Maglio che presenterà i brani del suo ultimo lavoro “Navigare”. Mauro Maglio nasce a Galatone e inizia giovanissimo a suonare la chitarra ed il basso, con varie formazioni, nelle feste di piazza e nei locali del Salento anche come supporto ad artisti nazionali. Nel pieno boom delle emittenti private, diviene speaker e voce ufficiale di importanti radio della zona. Perfetto conoscitore delle atmosfere melodiche italiane, particolarmente predisposto verso la musica d’autore, attento alle nuove tendenze, versatile, di solito realizza da solo le demo delle sue canzoni, scrive il testo e la musica, cura gli arrangiamenti, la registrazione, canta e suona tutti gli strumenti che utilizza; al contrario, in studio di registrazione, ama avvalersi della collaborazione di musicisti di grande talento in grado di apportare il valore aggiunto all’idea originale nella quale crede fermamente. Da “bravo creativo” “costruisce” con grande facilità e naturalezza belle canzoni con ingredienti semplici (melodia, arrangiamento e testo) che spesso nascondono “passaggi” raffinati destinati agli ascoltatori più esigenti.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.