Botte da orbi nel centro commerciale Mongolfiera. Il bilancio è di un ragazzo ferito al naso, ricoperto di botte da due giovani che, dopo avergliele date di santa ragione, sono scappati.

Tutto ha avuto inizio intorno alle 16.30, nei pressi dell’ingresso di uno dei negozi d’abbigliamento, siti all’interno del centro commerciale. All’improvviso, il parapiglia, quando due ragazzi, apparentemente sui 25 anni, sono venuti alle mani. Calci e pugni sul volto per uno dei due, che ad un certo punto ha dovuto fare i conti anche con un altro ragazzo, che nel frattempo aveva raggiunto l’amico per dargli manforte. Il malcapitato, colpito sul naso da un cazzotto, è stato poi strattonato e scaraventato con forza contro la vetrina del negozio, infrangendola, come vedete in queste immagini amatoriali. Caduta per terra, la vittima del pestaggio non si è data per vinta, afferrando un estintore, con l’intenzione di difendersi dai due che, per tutta risposta, hanno continuato a colpirla, minacciandola di morte. “Ti sparo in testa, ti sparo in testa” avrebbe detto uno dei due giovani al malcapitato, esprimendosi in dialetto leccese. Alcuni passanti hanno poi diviso i contendenti, costringendo gli aggressori alla fuga.

Tutta la scena è avvenuta sotto gli occhi attoniti di centinaia di persone, impegnate negli ultimi acquisti natalizi. Paura per una donna che si trovata nel bel mezzo della bagarre, uscita fortunatamente illesa. Oltre al 118, che ha prestato le prime cure al giovane, sul posto è giunta una pattuglia di polizia, che si trovava in zona. Al momento non è stata presentata denuncia. Nell’eventualità venga sporta nei prossimi giorni, gli investigatori, per rintracciare i violenti, potranno contare sulle immagini immortalate dalle telecamere interne, che hanno ripreso l’intera scena, che non rispecchia certamente lo spirito natalizio.

{youtube width=”400″ height=”300″}zMq_Ls-G5D4{/youtube}

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sei − 2 =