Attesissimo il debutto a Lecce, previsto per il 17-18-19 Dicembre 2010, presso il Teatro Politeama Greco, della nuova versione del Romeo e Giulietta di Prokofiev firmata da Fredy Franzutti del Balletto del Sud, accompagnato dall’Orchestra Sinfonica Tito Schipa, che suonerà dal vivo, diretta dal maestro Marcello Panni.

Fredy Franzutti, sempre deciso e appassionato nell’affrontare i grossi calibri della letteratura ballettistica, ha voluto ancora una volta emozionare, creando un aggancio tra il dramma Shakesperiano e i tempi di Prokofiev, con uno spettacolo metafisico, dove antico e moderno s’incontrano. Nuove scene e nuovi passi, un apparato scenografico ricchissimo. Le ambientazioni, di ispirazione rinascimentale, rielaboreranno i luoghi della vicenda che si identificano nei momenti necessari allo svolgimento della storia. Ma il talentuoso coreografo ha costruito uno spettacolo che indaga nelle avanguardie eclettiche del primo ‘900. I ruoli di Giulietta e Romeo sono affidati ai due primi ballerini del Teatro dell’Opera di Tirana, Enada Hoxa e Gerd Vaso; la balia è Elena Marzano, Tebaldo è impersonato da Alessandro De Ceglia e Mercuzio da Massimiliano Rizzo; il padre di Giulietta, Capuleti, è Luca Lago (elemento storico della compagnia), Madonna Capuleti è Bilyana Dyakova. A loro si affiancheranno tutti i bravissimi solisti del Balletto del Sud.
Inoltre, Sabato 18 dicembre alle ore 19.00, nel foyer del Teatro Politeama Greco, il giornalista e critico Ermanno Romanelli terrà una conferenza sulla storia del balletto Romeo e Giulietta dal titolo “Gli infelici amanti di Verona”.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

8 + dodici =