Lo scorso lunedì 20 dicembre, presso le sale del Teatro Comunale di Via Paisiello a Ruffano (Le), la locale Scuderia Automobilistica Salento Motor Sport, ha voluto fortemente organizzare un incontro con le altre realtà motoristiche pugliesi.

Oltre alla Scuderia ruffanese, presieduta da Antonello Casto, presenti sul palco, anche Silvio Tabacchino (Casarano Racing), Paolo Angelini (New Emotion Sport Racing Team di Cisternino), Domenico Lalinga (Mach One Racing di Locorotondo), Santino Siciliano (MotorSport di Scorrano), l’ingegner Piero Carella (Commissario tecnico nazionale Csai) e l’ingegner Claudio Barriera (Asd Cronometristi Salentini “G. Dolce” di Lecce). Inoltre, tra i convenuti in sala, erano presenti, Mario Maggi (Maggi Motorsport Team di Locorotondo), Alessandro Rizzo (Ufficio Stampa Casarano Rally Team), Sante Colucci (Commissario di Percorso), Vincenzo Cinieri (Ufficio Stampa A.C. Taranto), Giampiero Martella (Commissario Sportivo Regione Puglia), i driver pugliesi, i quali hanno voluto prender parte all’incontro ma, “presente alla serata”, è stato anche l’Annuario della Commissione Sportiva Automobilistica Italiana (Csai).
Ad introdurre alcuni dei diversi temi affrontati nell’incontro, il presidente Casto, il quale ha voluto esordire ricordando l’importanza di queste iniziative, indispensabili per cominciare a fere sistema anche con le altre realtà presenti in Puglia, esortando i convenuti ad intervenire in maniera costruttiva, senza sollevare alcuna polemica o manifestare situazioni di campanilismo, di certo deleterie per la crescita dell’intero movimento regionale delle “quattro ruote”. Inoltre Casto, ha voluto ricordare i prossimi appuntamenti motoristici pugliesi, targati Csai 2011: “17° Rally Città di Casarano” (2-3 aprile), “45° Rally del Salento” (17-19 giugno), “54° Coppa Selva di Fasano” (22-24 luglio), “3° Rally dei 5 Comuni” (24-25 settembre), “2° Slalom Giritone Selva di Fasano (16 ottobre) e il “1° Ronde del Barocco Salentino” (7 novembre). “Questo nuovo Ronde – spiega Casto – sarà organizzato dalla Salento Motor Sport (così come il 5 Comuni), anche se questa nuova iniziativa, è frutto dell’idea nata da alcuni driver della nostra Scuderia; per quanto riguarda al “5 Comuni”, la data è stata modificata , facendola anticipare di due settimane (dal 8-9 ottobre al 24-25 settembre). Il fatto di aver voluto sostenere l’idea di un nuovo Ronde, è la dimostrazione che bisogna raccogliere le diverse istanze e proposte che giungono nelle diverse Scuderie Automobilistiche”.
Subito dopo ad intervenire, è stato Siciliano (SalentoMotor Scorrano), il quale ha voluto analizzare  la problematica relativa alla carenza dei Commissari di Percorso e sull’importanza di arruolare nuovi Ufficiali di Gara, indispensabili anche per abbattere i costi organizzativi. Sulla stessa lunghezza d’onda anche l’ingegner Carella, il quale ritiene necessario creare dei gruppi di lavoro pronti a lavorare per fare esperienza sulle situazioni di criticità che si possono materializzare durante un rally: “Sono innanzitutto contento di essere presente ad un incontro in cui si possono confrontare le diverse associazioni, le quali – spiega Carella – devono diventare sempre più, veri centri di aggregazione”. Anche l’ingegnere Barriera, ha ringraziato gli organizzatori della serata: “Si tratta di un evento unico e mai registrato da circa vent’anni, ovvero da quando opero su questo territorio nelle manifestazioni motoristiche”; Barriera, ha voluto anche soffermarsi sulle tematiche relative ai “tempi imposti”: “Il nostro intento è quello di non agevolare o penalizzare nessuno, peraltro il tempo imposto è un calcolo matematico che tiene conto dell’andamento della gara registrato precedentemente”, per poi spostarsi sulla necessità di non puntare tutto sulla passione ma soprattutto sulla professionalità, considerati i tanti rischi presenti in questa disciplina sportiva; “Il mio gruppo di cronometristi – prosegue Barriera – ha la possibilità di forgiarsi ruotando sistematicamente nelle diverse discipline, acquisendo molta esperienza; peraltro, la mia associazione, può vantare sofisticate attrezzature utili non solo agli equipaggi ma anche a chi segue una manifestazione attraverso internet, acquisendo i risultati delle gare, praticamente in tempo reale”.
Tra i temi principali della serata anche la consapevolezza di conoscere perfettamente il Regolamento gare e una maggiore fruizione dell’Annuario Csai, vero ed unico punto di riferimento dei driver, così come ha voluto sottolinerare Domenico Lalinga: “L’annuario, è la risoluzione di tutti i problemi – esordisce il responsabile della Mach One Racing di Locorotondo – È sicuramente interessante ritrovarci insieme per effettuare una sorta di briefing tra gli addetti ai lavori; è anche decisamente palpabile la passione per i motori che c’è nel Salento e spero che grazie ala collaborazione di tutti, si possa costruire a qualcosa di importante per tutti noi, affrontando le diverse problematiche: da una maggiore visibilità mediatica, alla difficoltà di reperire sponsor, passando anche per le questioni relative al rilascio delle Licenze”.
Dall’incontro inoltre, è emerso la necessità di passare dagli incontri “teorici”, ai consigli pratici su pista, alimentando un dibattito interessante grazie anche al contributo offerto dall’intervento di Paolo Angelini (New Emotion Sport Racing Team di Cisternino) e i Commissari presenti in sala, i quali hanno manifestato la loro disponibilità per altri nuovi incontri, utili per spiegare anche le regole principali, molto spesso interpretate scorrettamente e con iniziative del tutto personali.
Ad intervenire anche Silvio Tabacchino (Casarano Racing), il quale ha esordito, apprezzando l’iniziativa dell’incontro anche se in seguito la partecipazione dovrebbe essere condivisa da tutte le componenti invitate e senza alcun tipo di campanilismo: Tabacchino, ha poi rivelato al pubblico presente, la recente collaborazione tra le due scuderie casaranesi, anche in prospettiva della prossima edizione del “Città di Casarano”. Tabacchino, ha anche spiegato che rispetto al nord Italia, l’intero movimento rallistico, è in netto ritardo, considerazione avallata anche da Mario Maggi (“Maggi Motorsport Team” di Locorotondo), il quale ha voluto pungolare i presenti a cominciare ad organizzare piccole gare, più accessibili economicamente ed utili per far accumulare esperienza ai nuovi driver, quest’ultimi spesso prematuramente lanciati facendoli ad esordire nei campionati nazionali.
Dopo i saluti ai partecipanti, il presidente Casto, ha voluto offrire ai convenuti un buffet (e un panettone) proseguendo a chiacchierare, prima dei saluti finali e degli auguri di buone feste.      

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette − 6 =