Per migliorare le infrastrutture del grande Salento, ”vogliamo mettere insieme governo nazionale, governo regionale e governo delle tre Province con un patto d’acciaio: abbiamo progetti per 200 milioni di euro che possono davvero cambiare il volto dell’intero Mezzogiorno d’Italia”.

Lo ha sottolineato il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, oggi al termine della riunione con i presidenti delle Province di Lecce, Taranto e Brindisi, Antonio Gabellone, Massimo Ferrarese e Gianni Florido, per discutere dello sviluppo infrastrutturale del Salento. Per Vendola, ”bisogna sottolineare la virtu’ di questo modello operativo: tre province che – ha detto – invece di mettere insieme le rivendicazioni di ogni singolo borgo, si riuniscono attorno a un tavolo e guardano al grande Salento dal punto di vista della modernizzazione, delle infrastrutture necessarie”. ”Il grande Salento – ha sottolineato – puo’ essere il cuore pulsante dell’economia del futuro. Perche’ la’ dentro ci sta l’aeroporto di Grottaglie e il porto di Taranto, ci sta il porto di Brindisi e le straordinarie localita’ attrattive della provincia di Lecce”. Per Vendola, ”c’e’ modernita’ che oggi non si esprime perche’ e’ frammentata, perche’ ci sono molti muri, molte barriere architettoniche. Questi progetti elaborati dalle tre Province hanno l’obiettivo di rompere ogni barriera, impedire a ciascun territorio di essere confinato in una specie di ghetto”. ”E mentre si libera la possibilita’ di movimentare i territori – ha concluso – si investe per rendere quest’area una gigantesca piattaforma logistica per legare il Tirreno allo Jonio, per portare davvero civilta’, modernita’, senza violare la bellezza del paesaggio e la biodiversita’ di quel territorio cosi’ prezioso”.

 

Dichiarazione di Loredana Capone a proposito dell’incontro tra Regione e  Province del Grande Salento per migliorare le infrastrutture.

“Un patto importante per lo sviluppo del Grande Salento che passa attraverso nodi strategici e assi di collegamento importanti”. Così la vice presidente della Regione Puglia e assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone ha definito l’esito dell’incontro tra la Regione e i presidenti delle Province di Brindisi, Lecce e Taranto, Massimo Ferrarese, Antonio Gabellone, e Gianni Florido, per discutere del protocollo d’intesa con il quale Regione e Province intendono affrontare il problema delle infrastrutture del Grande Salento.
Per Loredana Capone, che ha partecipato alla riunione insieme con il presidente Nichi Vendola, si è trattato di “un incontro positivo che ci dà la possibilità di programmare un futuro che può contare sul collegamento tra porti, aeroporto, piattaforme logistiche e nodi ferroviari”.
“Questo – ha detto – è  il miglior modo di procedere tra diverse istituzioni. Porteremo al Governo, nei tavoli istituzionali, progetti condivisi per la realizzazione di obiettivi strategici che garantiscano davvero lo sviluppo delle imprese e la migliore qualità della vita dei cittadini e dei visitatori”.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.