Quest’anno il Premio Città di Bari “Pinuccio Tatarella” si fregia di un riconoscimento prestigioso: una medaglia celebrativa per la tredicesima edizione conferita dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Un segno tangibile dell’apprezzamento del Capo dello Stato per un’iniziativa “che offre ai giovani l’occasione di accostarsi al piacere della lettura fornendo opportunità di crescita e di arricchimento personale”.

In questa tredicesima edizione, poi, il coinvolgimento dei più giovani si è ampliato all’intero territorio regionale, con la Giuria dei Lettori che si esprime non solo dalla città capoluogo, ma da scuole e università di altri centri.  Martedì prossimo, 21 dicembre, dalle 19.30 al Teatro Piccinni, si svolgerà l’attesa cerimonia del Premio “Città di Bari – Pinuccio Tatarella”, giunto quest’anno alla 13ma edizione. Quattro i titolo finalisti della sezione Narrativa che concorreranno all’assegnazione del  premio finale di tremila euro:  Sono comuni le cose degli amici – Matteo NUCCI (ed. Ponte alle Grazie), Strane cose domani – Raul MONTANARI (ed. Baldini Castoldi Dalai), Stirpe – Marcello FOIS (ed. Einaudi), Il libro della gioia perpetua – Emanuele TREVI (ed. Rizzoli). Per la Saggistica (premio da tremila euro): Bonbon Robespierre – Sergio LUZZATO (ed. Einaudi), Bella e perduta. L’Italia del Risorgimento – Lucio VILLARI (ed. Laterza), Lo scisma – Riccardo CHIABERGE (ed. Longanesi). Il Premio speciale Narrativa  ad “Otto personaggi in cerca (con autore)” scritto da  Björn LARSSON (ed. Iperborea).
Da disciplinare, come è noto, le sette opere vincitrici che concorrono ai superpremi già si fregiano del titolo di Selezione Giuria Scientifica del Premio letterario Città di bari “Pinuccio Tatarella” con l’attribuzione di un premio in denaro e una speciale targa.

La Menzione speciale Saggistica al “Dizionario gramsciano”, di Guido LIGUORI e Pasquale VOZA (ed. Carocci) prodotto con il contributo della Regione Puglia. Come sempre nel corso della serata si procederà allo spoglio delle schede pervenute dalla Giuria dei 400 lettori, studenti universitari e di sei  4e classi di scuole superiori, che decreteranno i due superi vincitori, uno per la sezione Narrativa e uno per la Saggistica. Verrà anche conferito un Premio Speciale alla lettura, destinato a cinque studenti che si saranno particolarmente distinti per le recensioni dei testi letti secondo la Giuria Scientifica, composta, come è noto, da Walter Pedullà, Giuseppe Farese, Raffaele Nigro, Ettore Catalano, Luca Doninelli, Costantino Esposito, Isabella Bossi Fedrigotti, Loredana Lipperini e Marco Santagata.

Di Bari, Foggia e Lecce le Università che hanno partecipato al Premio, coinvolgendo circa 200 studenti/lettori.  Cinque, invece, le scuole campione di altrettante città coinvolte. A Bari, il Liceo Ginnasio “Flacco” e il Liceo Scientifico “Salvemini”, il Liceo Classico Benedetto Marzolla di Brindisi, l’Istituto Psicopedagogico “Roncalli” di Manfredonia, il Liceo Scientifico/classico “Moscati” di Grottaglie,  l’ITIS “Mattei” Liceo Tecnico di Maglie. La Giuria dei lettori (studenti) ha ricevuto dal Comitato Tecnico i libri ed una scheda per la votazione, compilata e inviata al Comune entro questa settimana. Le due opere che riceveranno il maggior numero di voti risulteranno vincitrici del Premio. Come sempre, tutti i premi verranno consegnati durante la serata finale. Dovranno essere ritirati personalmente dai vincitori, altrimenti saranno devoluti in beneficenza.

Oggi, sabato 18 e domani, domenica 19 dicembre, Bari sarà attraversata da momenti di lettura e teatro di strada. Attori con abiti settecenteschi  leggeranno alcune pagine dei testi vincitori e altri animatori consegneranno i segnalibro della manifestazione. Sono previste sedici postazioni, da Piazza Risorgimento e Piazza Garibaldi del Quartiere Libertà, alla Coop di Japigia e Santa Caterina, ai mercatini di via Gandhi di Poggiofranco e Piazza Massari, in Corso Cavour, via Sparano, via Argiro, Piazza Ferrarese, Piazza Mercantile, Corso Vittorio Emanuele, fino al Cinema Galleria e al Teatro Kursaal. Le statue animate sono a cura di  Fibre parallele. Animeranno le azioni teatrali: Elio Colasanto, Mino De Cataldo, Ivan Dell’Edera, Marianna Di Muro, Arianna Gambaccini, Corrado La Grasta, Francesco La Macchia, Vito Latorre, Maria Luisa Longo, Rossana Marangelli, Pinuccio Sinisi.
Martedì 21, alle 10.30, Raffaele Nigro intervisterà Bjorn LARSSON (Sala Consiliare Comune di Bari).
L’edizione 2010 del Premio Città di Bari “Pinuccio Tatarella”, promosso dal Comune di Bari (Assessorato alle Culture e Assessorato al Marketing territoriale), sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, si svolgerà martedì 21 dicembre a partire dalle 19.30 al Teatro Piccinni di Bari, e sarà condotta da Dario Vergassola in collaborazione di Lucia Ileana Sapone, gli interventi teatrali di Carmela Vincenti e Marcello Prayer, e trasmesso in diretta dalle 19.00 su Antenna Sud con in onda Annamaria Minunno (interviste di Donato Barile) per la regia di Milena Triggiani. Alla serata parteciperanno alcune classi della Giuria dei lettori. L’organizzazione e i contesti teatrali collaterali sono del Teatro Pubblico Pugliese.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

2 × 2 =