Sono stati denunciati in stato di libertà con l’accusa di ricettazione, dopo alcune perquisizioni e controlli dei carabinieri della Compagnia di Casarano. Si tratta di una 37enne, un 25enne ed un 20enne, tutti di Casarano, una 31enne ed un 21enne, entrambi di Racale.

Tutto è cominciato dopo un furto in abitazione a Casarano nella scorsa notte ai danni di una anziana vedova 74enne del luogo che, dopo aver sorpreso due giovani a trafugare la propria abitazione, veniva minacciata dagli stessi con un oggetto appuntito e privata della catenina in oro che aveva al collo, oltre a 50 euro in contanti.
Il monile veniva successivamente rinvenuto nelle vicinanze di un bidone della spazzatura nei pressi dell’abitazione e restituito alla donna che, soccorsa dal personale del pronto soccorso dell’ospedale di Casarano, veniva riscontrata affetta da “stato ansioso”.

Le perquisizioni domiciliari condotte ed i controlli estesi ai negozi di “oro cash” e “compro oro” dei comuni di Casarano, Taviano e Racale permettevano rinvenire complessivi 15 monili in oro (collane, anelli ed orecchini per un valore ammontante ad € 4000) proventi di furti in abitazione perpetrati fra il 15 ed il 16 novembre scorso in Casarano ed in Racale

Alle accuse di ricettazione la 37enne di Casarano dovrà anche rispondere di falso ideologico per aver, in più circostanze, esibito alle predette attività commerciali il proprio documento di identità denunciato smarrito nel 2004. Il documento utilizzato veniva rinvenuto e sottoposto a sequestro, mentre la refurtiva recuperata veniva restituita ai legittimi proprietari.

CONDIVIDI