Da un lato continuare a garantire gli ammortizzatori sociali, dall’altro valutare le proposte di nuovi investimenti. Sono questi gli impegni assunti dalla Task Force della Regione Puglia per trovare soluzioni al caso Filanto.

I tecnici regionali con la Vice Presidente e Assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone hanno incontrato le organizzazioni sindacali e datoriali che hanno espresso grande preoccupazione per i lavoratori del gruppo Filanto. Dei 670 dipendenti divisi tra le imprese del Guppo più della metà infatti è in cassa integrazione. Per molti di loro gli ammortizzatori sociali scadono a dicembre, per questo i sindacati hanno chiesto di trovare una soluzione in tempi rapidi. Nel frattempo sui tavoli regionali è arrivata la proposta di un’impresa intenzionata ad investire nel campo delle calzature di lusso assumendo una parte dei lavoratori del Gruppo.
“E’ già partita la richiesta di un tavolo presso i Ministeri del Lavoro e dello Sviluppo economico”, ha annunciato la Vice Presidente e Assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone. “Puntiamo a garantire la continuità di reddito dei lavoratori in attesa di esaminare i contenuti della bozza di piano industriale presentata dall’azienda che intende investire. Seguiremo con grande attenzione il caso di questi lavoratori che non possono essere privati degli ammortizzatori sociali fino a nuovi sviluppi”.
Dopo quest’incontro le parti sociali si rivedranno per analizzare i contenuti della proposta che verrà portata al Ministero del Lavoro anche nel quadro dell’accordo di programma del TAC Salento che la Regione ha firmato con il Ministero dello Sviluppo economico due anni fa. L’accordo prevede che Regione e Ministero mettano a disposizione iniziative di sostegno per eventuali imprenditori interessati ad investire nell’area.