Denunciato a piede libero dai Finanzieri di Lecce, per guida senza patente e false generalità. A finire nei guai, un uomo della provincia.
L’episodio è avvenuto ieri quando, nei pressi di Viale Lo Rè a Lecce, una pattuglia di Finanzieri, nel corso di un normale posto di controllo, ha fermato un furgone delle onoranze funebri condotta da un salentino che zigzagava nel traffico congestionato.

L’uomo é stato fermato delle Fiamme Gialle nei pressi di Viale Lo Rè. Il conducente, 30enne originario di Surbo, oltre a non avere la patente di guida al seguito, ha dichiarato ai Finanzieri un falso nome, sostenendo di chiamarsi Ermanno (vero nome del fratello che in quel momento non era presente).
Nella circostanza, l’uomo dichiarava ai Militari di essere sprovvisto di documento d’identità e di aver dimenticato la patente di guida a casa.
A quel punto, essendo emersi elementi che hanno fatto dubitare della veridicità delle dichiarazioni rese, veniva accompagnato presso la propria abitazione per consentire al soggetto di recuperare ed esibire i documenti richiesti.

 

L’uomo, ormai in trappola, ha confessato ai Finanzieri di non aver mai conseguito la patente di guida e di aver dato il nome del fratello nella speranza di fare esibire successivamente, a quest’ultimo la patente di guida, sfruttando la forte rassomiglianza tra i due.
Il responsabile è stato quindi denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce per false generalità e guida senza patente perché mai conseguita e, inoltre, dovrà pagare una multa di oltre mille euro.

Il furgone sottoposto a fermo amministrativo, veniva consegnato al fratello Ermanno, quale legittimo proprietario.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

dieci + 20 =