“Un importante evento che ha coniugato l’arte, che è la forma di sensibilità più elevata, alla diversa abilità che regala sempre a chi la vive una risorsa in più in termini di patrimonio, sensibilità e valori che non è dato avere agli altri”.

Con queste parole il Deputato salentino, Ugo Lisi, ha commentato la manifestazione, organizzata da S.F.I.D.A. (Sindacato Italiano Diverse Abilità) dal titolo  “Arte e Diverse Abilità: un binomio possibile per…” che si svolgerà nel Capoluogo, presso l’Ex Convento dei Teatini, fino al 23 gennaio P.V. e che consiste in una mostra di pittura, a scopo benefico, del Prof. Massimo Marangio finalizzata a finanziare l’acquisto attrezzature necessarie ai soggetti disabili.

“È apprezzabile che, sempre più spesso, si dia vita a iniziative come questa, eventi che hanno la finalità di porre un fascio di luce sulle problematiche dei diversamente abili, perché ignorarle significa ignorare grandi questioni di socialità e, soprattutto, di civiltà.
Con questa manifestazione – prosegue il Deputato –  si vuole mettere in luce come la diversa abilita rappresenti una potenziale ricchezza, essa può insegnare molto non solo a chi la subisce, non solo ai familiari ma, come dimostra l’esperienza di tantissime persone, può nutrire moralmente chi si dedica a queste come ad altre fasce più deboli della società.
In questo momento – conclude Lisi – il mio più sentito ringraziamento va al segretario di S.F.I.D.A., Vito Berti, a Simona Delle Donne che tanto si è impegnata nella realizzazione di questo progetto  e, infine, al Maestro Massimo Marangio che ha messo a disposizione il suo talento e la sua sensibilità pittorica per questa così nobile causa”