“Una programmazione dal basso che si sposa a meraviglia con lo slancio che dall’alto, ovvero a livello di Governo centrale, è stato già dato sul Piano degli interventi per il rilancio ed il potenziamento delle infrastrutture.

Quando c’è il reale interesse per i territori c’è anche una ricaduta positiva in termini politici e amministrativi di chi si preoccupa per dovere istituzionale di rappresentare le nostre popolazioni.” Interviene così l’on. Raffaele Baldassarre.

“Il fortunato incontro tra il Ministro Fitto ed i Presidenti delle province di Lecce, Brindisi e Taranto, chiarisce in un sol colpo il senso di tale premessa.
Siamo dinanzi non soltanto ad un auspicato attivismo amministrativo, ma anche al cospetto di un’intelligente opera di rilevazione dei bisogni e di risposta in termini di efficacia degli interventi.
Le tre province del Salento hanno dimostrato di aver compreso gli sforzi e la direzione del lavoro fondato dal Governo e tradotto sul territorio dal Ministro Fitto, mentre, il Governo e il Ministro  comprendono la bontà degli interventi richiesti del Piano sottoposto a valutazione con conseguente garanzia di copertura finanziaria al fine di portare a termine investimenti per lo sviluppo.
C’è una nota stonata tuttavia. In tutto questo non si vede, non si percepisce, non si coglie la presenza della Regione Puglia il cui ruolo e la cui funzione in materia sono del tutto necessari e insostituibili. Ecco perché la fortuna di tali propositi e la concretizzazione di tutti gli interventi non possono prescindere dal coinvolgimento del livello governativo regionale in stretta collaborazione e in posizione di dialogo aperto con il Governo nazionale, con le province e i territori.
Senza questa intesa triangolare sarà tutto più difficile. La Regione dimostri di saper stare al passo.”

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × 3 =