Sulla base di specifica attività di indagine delegata dalla Procura della Repubblica di Lecce, nelle ultime ore i militari della Tenenza di Casarano hanno denunciato una persona attualmente residente all’estero per i reati di bancarotta fraudolenta e bancarotta semplice.

Le indagini condotte dai Finanzieri, hanno evidenziato che il legale rappresentante di una società fallita del Sud Salento, operante nel settore del commercio all’ingrosso di libri, carta, cancelleria ed articoli per il mare, ha volutamente occultato la documentazione contabile-fiscale dell’azienda fallita non consentendo, quindi, la reale ricostruzione del patrimonio della stessa, nonché il suo effettivo volume d’affari.

Gli investigatori hanno inoltre ritenuto, sulla base delle informazioni acquisite attraverso i numerosi atti di polizia giudiziaria compiuti, che la condotta tenuta dal soggetto, denunciato all’Autorità Giudiziaria per violazione alla Legge Fallimentare, sia aggravata da negligenza, imperizia, trascuratezza e disinteresse volontario e colposo.

Inoltre, i Militari operanti, hanno accertato in capo allo stesso legale rappresentante della società fallita, lo specifico reato previsto e punito per chi dichiara creditori fittizi e per chi non ottempera al deposito del bilancio e delle altre scritture contabili e fiscali, la cui tenuta è obbligatoria per legge.

Le attività condotte nel particolare settore dalle Fiamme Gialle leccesi, si collocano tra quelle poste in essere dalla Guardia di Finanza a tutela del corretto funzionamento delle attività imprenditoriali, a presidio, cioè, della legalità e della correttezza della gestione delle imprese, a tutela dei creditori.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

6 + 6 =