“Sulla natura degli ultimi incontri interni alla maggioranza alla Provincia, sulle fantasiose voci e ricostruzioni di possibili scenari di crisi all’orizzonte o tanto più di immaginari rimpasti e rimodulazioni delle competenze all’interno del Governo Provinciale è arrivato il momento di fare un po’ di chiarezza.

Il centrodestra a Palazzo dei Celestini è compatto, non esistono fibrillazioni interne né rivendicazioni in una maggioranza che è invece coesa e responsabilmente unita attorno alla figura politica del Presidente Gabellone e agli uomini della sua Giunta.” Lo dichiara il Presidente Gruppo PDL della provincia di Lecce, Biagio Ciardo. “Lo testimonia anche l’ultimo incontro, quello di ieri sera, che i gruppi consiliari di maggioranza hanno voluto non certo per regolare “battaglie intestine” o “rese dei conti”, ma per fare il punto dei risultati sin qui ottenuti e programmare con il Presidente stesso l’agenda che caratterizzerà l’azione amministrativa del 2011.
Una annualità in cui i trasferimenti statali verso le province saranno ulteriormente ridotti di 6 milioni di Euro, in virtù della “stretta” ai conti pubblici, fatto – questo – per cui è necessario modellare l’azione amministrativa dell’Ente e pianificarla senza pregiudicare politiche di sviluppo, opere pubbliche e servizi offerti al cittadino.
Voglio invece sbilanciarmi, visto che talune ricostruzioni parlano di numeri in bilico o di prossime sicure “fughe”, assicurando che la maggioranza alla Provincia non solo non cederà di un passo sull’attuale compagine in Consiglio, ma è anzi pronta a raccogliere l’insoddisfazione che arriva da altri ambienti e da altri partiti non organici al centrodestra, che hanno sin qui apprezzato e sostenuto a volte con il voto in Consiglio l’azione efficace del Presidente Gabellone. Altro che crisi, dunque.
E proprio per riportare alla realtà e alla concretezza delle cose fatte, è stato deciso inoltre che dopo un anno e mezzo di attività è arrivato il momento di avviare una campagna conoscitiva dei nostri risultati e dei successi raccolti sin qui dal Presidente; un bilancio in grado di pervenire nel suo messaggio a tutte le comunità salentine mediante l’azione politica dei consiglieri e degli assessori” .

CONDIVIDI