“In questo periodo di feste, caratterizzato dall’allestimento, in molte comunità, di presepi viventi è possibile toccare con mano lo straordinario dinamismo di tante associazioni, che contribuiscono alla valorizzazione del nostro territorio.

In questo senso, un esempio singolare è dato dal presepe vivente di Minervino realizzato dall’Officina Giovani Minervino (OGM)”.
È quanto dichiara il consigliere della Regione Puglia e presidente di “Moderati e Popolari”, Antonio Buccoliero, che ha visitato, a Minervino, il presepe vivente allestito in un antico ipogeo, risalente al XVI sec, giunto alla sua quarta edizione e realizzato dall’OGM.
“Si tratta di uno straordinario percorso storico, culturale e religioso – prosegue Buccoliero – che non solo ripropone episodi dell’Antico e del Nuovo Testamento, dal peccato originale al sacrificio di Isacco fino all’Esodo, ma rappresenta anche un suggestivo viaggio, a ritroso nel tempo, alla riscoperta dei mestieri, dei costumi e dei sapori del Salento di una volta. Nella suggestiva cornice offerta dall’ipogeo, a circa tre metri di profondità, è possibile, infatti, compiere realmente, e non solo con la fantasia, un tuffo in passato ricco di storia e di cultura.
In questo senso, un plauso particolare va all’Officina Giovani Minervino e al suo presidente, Luca Pezzulla, che, ogni anno, con sempre maggiore slancio, coinvolgono l’intera comunità in un’iniziativa, che vuole essere un’occasione di crescita e di valorizzazione non solo per Minervino, ma per tutto un Salento, che appare sempre più artefice del proprio futuro”.
“Lo straordinario successo di questa quarta edizione del presepe vivente nell’ipogeo di Minervino – conclude Buccoliero – dimostra come il pieno coinvolgimento di una comunità, attraverso un’associazione che annovera buona parte dei suoi giovani più attivi, possa fare la differenza in termini di oggettiva e reale partecipazione e di originale valorizzazione delle potenzialità di un territorio e della sua gente”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × 3 =