“I campi di concentramento e gli orrori che, al loro interno, sono stati consumati, rappresentano una delle pagine più squallide e vergognose della storia dell’umanità”.

È quanto dichiara il consigliere della Regione Puglia e presidente di “Moderati e Popolari”, Antonio Buccoliero, intervenendo in occasione della Giornata della Memoria, che si celebra domani 27 gennaio e che ricorda i milioni di ebrei morti nei campi di concentramento.
“Ricordare quei terribili fatti – prosegue Buccoliero – che qualcuno, ancora oggi, trova il coraggio di negare, è un dovere morale e civile, perchè la morte di milioni di persone innocenti rappresenti il passaggio obbligato per comprendere come l’uomo, considerato l’animale più evoluto, possa trasformarsi, a causa dell’orgoglio, del desiderio di potere e dell’egoismo, in una bestia senza eguali e in un carnefice privo di pietà.
La Giornata della Memoria non vuole essere una semplice commemorazione, ma vuole rappresentare un forte richiamo a valori fondamentali, a cui bisogna sempre guardare e da cui occorre, in ogni momento, farsi guidare. Il rispetto della persona, della sua dignità e della sua libertà, deve essere il cardine da cui deve muovere ogni iniziativa individuale e collettiva, il faro che deve illuminare ogni processo sociale, culturale ed economico.
Un messaggio che, soprattutto le istituzioni – conclude Buccoliero – hanno il dovere morale e civile di diffondere tra le nuove generazioni, non solo attraverso un semplice esercizio mnemonico, ma anche attraverso gesti concreti, che siano scevri da ogni sentimento di intolleranza, di emarginazione e di paura della diversità”