Mentre era in attesa di accertamenti sanitari, si appropria di un orologio e di un telefono cellulare, lasciati incustoditi da un anziano degente, ma viene scoperto e arrestato dai carabinieri. Si tratta di Bonatesta Gabriele, 32enne di Novoli, accusato di furto aggravato.

 

L’episodio è avvenuto nelle prime ore del mattino presso l’ospedale “San Pio di Petralcina” a Campi salentina.

L’uomo si trovava presso l’astanteria del pronto soccorso, in compagnia di altre persone, tutti in attesa di accertamenti sanitari, quando si è appropriato furtivamente dei beni di un altro anziano degente, che dopo il furto ha immediatamente chiesto aiuto ai carabinieri, che in poco tempo recuperavano la refurtiva. I militari, infatti, chiamavano l’utenza telefonica dell’anziana vittima e il telefono squillava in tasca al Bonatesta.

A quel punto per il 32enne scattavano le manette.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre × due =