“La vergogna dell’assenza di una Pet pubblica nel Salento viene aggravata, ormai da 11 giorni, dal fatto che la Giunta Vendola non garantisce ai cittadini neanche la possibilità di usufruire dell’unica Pet disponibile, presso una struttura privata convenzionata con la Regione ma alla quale la Regione non è più in grado di rimborsare le prestazioni”.

I consiglieri regionali salentini del centrodestra, Rocco Palese, Antonio Barba, Erio Congedo, Roberto Marti, Mario Vadrucci (del Pdl) e Andrea Caroppo (La Puglia Prima di Tutto) tornano a denunciare le inadempienze del Governo regionale su una questione che già a fine dicembre fu sollevata, quando la struttura privata rese noto che, in assenza di rimborsi da parte della Regione, dal primo gennaio 2011 sarebbe stata costretta ad interrompere l’erogazione delle prestazioni.
“E’ inaccettabile – dicono i consiglieri – che una popolazione di circa 800mila persone, resti senza una Pet, che come si sa è un esame indispensabile per approfondire la natura del tumore. Con tutti gli sprechi che continuano ad esserci nella sanità vendoliana e dopo anni di promesse sul fatto che ogni provincia della Puglia avrebbe avuto una Pet pubblica, ad oggi i cittadini del Salento se vogliono sottoporsi alla Pet sono costretti o ad andare fuori o a pagarla di tasca loro. E’ una vergogna”.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

7 + 11 =