“E’ singolare che in un Comune di appena 20.500 abitanti, come quello di Casarano, il Sindaco De Masi abbia sentito l’esigenza di nominare un assessore alle Politiche Energetiche, peraltro in aggiunta a quello alle Attività Produttive e che tale assessore provenga da Lecce e sia espressione di Io Sud”.

Il coordinatore provinciale del Pdl di Lecce, Senatore Cosimo Gallo, commenta così il rimpasto nella Giunta comunale di Casarano e aggiunge: “Se De Masi ha dovuto far arrivare da Lecce un assessore che con Casarano ha solo legami di famiglia acquisita, è evidente che a Casarano non ha più una maggioranza, ma sorge anche un altro dubbio: qual è il collante tra la Mariano, Casarano, De Masi e Io Sud? Non è che questo ingresso esterno serve ad alimentare non tanto la maggioranza quanto la centrale a biomasse che l’azienda della famiglia De Masi cerca da anni di realizzare a Casarano e su cui pesa anche il veto dell’Arpa? Il quesito sorge spontaneo se si ricorda il favore con cui l’allora Sindaco di Lecce, Adriana Poli Bortone, oggi leader del movimento cui appartiene la Mariano, guardava alla centrale Italgest di Lecce, nonostante i tanti dubbi sollevati da più parti e che portarono a non realizzare più quella centrale”.

 

“Insomma – conclude Gallo – a pensar male si fa peccato ma spesso s’indovina. Poniamo tre domande: Perché Casarano ha bisogno di un assessore alle Politiche Energetiche? Perché De Masi ha chiamato un assessore da Lecce? E’ solo una coincidenza che questo assessore risponda politicamente ad uno dei maggiori sponsor politici della centrale a biomasse di Lecce?  In attesa delle risposte – conclude Gallo –  ci chiediamo se questa alleanza non sia suggellata più che dal freddo calcolo politico, dal “caldo” abbraccio del sole”.

CONDIVIDI