Lo slogan che è risuonato durante i primi mesi di vita dell’amministrazione Rizzo è stato: “Non ci sono soldi!”. Parole che hanno accompagnato e “giustificato” la misera offerta nell’organizzazione di  eventi di richiamo come la Festa Patronale e l’Estate Sampietrana. Lo scenario della paventata assenza di fondi è poi radicalmente cambiato quando il 30 Novembre 2010 –ultimo giorno utile per la Variazione di bilancio- è emersa la presenza di oltre 600.000 euro nelle casse comunali a dispetto di quanto precedentemente e ripetutamente affermato. E’ la critica dei Giovani Democratici di San Pietro Vernotico all’indirizzo dell’operato dell’amministrazione Rizzo

Viene spontaneo chiederci cosa ne sarebbe stato degli appuntamenti estivi  se tale corretta valutazione fosse stata fatta precedentemente (invece che l’ultimo giorno utile, ma guarda un po’ che caso..). Si sarebbe potuta avere o no un’estate più ricca e coinvolgente?
Mai ,noi Giovani Democratici ci saremmo aspettati un simile errore -o forse incapacità?- da figure la cui peculiarità è sempre stata la certosina precisione nella lettura di bilanci e atti.
Fatto sta che l’errore è stato commesso, e l’amministrazione ha cercato di recuperare quando, preso atto della florida disponibilità di cassa, ha intrapreso l’organizzazione del Natale Sampietrano stanziando 19.975 euro (deliberazione n.247 del 07/12/2010). La gestione di tale somma è stata affidata all’assessore di riferimento Loretta Massafra, la quale si è premurata di stilare il programma di eventi e di pubblicizzarlo. Un programma già di per sé opinabile, seguito da un’ancora più opinabile (dis)organizzazione.
Notevoli, infatti, sono state le incongruenze tra quanto programmato e quanto realizzato. Ad esempio, l’iniziativa del 19 Dicembre, che prevedeva una mercato serale e “ Christmas for  Kids ”  (gastronomia, animazione per bambini e cabaret in collaborazione con l’associazione “Andarai”) , ha incontrato grossi ostacoli determinati dalla carente organizzazione; l’assenza del collegamento alla rete elettrica ha parzialmente impedito lo svolgersi della festa per i bambini, il mercato serale (se così lo si può definire, solo 3 bancarelle) è stato dirottato nella zona di piazza S. Pietro creando disagi per lo svolgimento dell’iniziativa “Christmas for kids”.
E quella del 19 non è stata l’unica delle iniziative andate in fumo… il 23 Dicembre da programma era sto previsto il “Natale dei desideri”(Babbo Natale incontra i più piccoli) presso la Cantina Due Palme( ex Cantina Angelini) evento che in realtà si è tenuto senza preavviso in Piazza del Popolo; il secondo mercato serale, previsto per il 2 gennaio, non ha mai avuto luogo; del tutto fallimentare è stato anche il concerto dei Ragtime Bubu Band, che ha visto la partecipazione di uno scarsissimo numero di spettatori.
Alcune delle ragioni di questi fallimenti sarebbero da ricercare, verosimilmente, in una cattiva organizzazione e nella malgestita collaborazione con le associazioni culturali coinvolte negli eventi in questione. A chi imputare le colpe??!! Probabilmente all’assessore allo spettacolo Loretta Massafra.
Gran punto a sfavore per chi prometteva il grande cambiamento all’interno del paese; non che esso sia riscontrabile nei festeggiamenti di una ricorrenza, ma se questa è la capacità organizzativa di chi dovrebbe rinnovare lo spettacolo e la vita culturale del paese,il futuro non promette bene. Le belle parole, purtroppo, lasciano il tempo che trovano…

 

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

19 − tredici =