“I giovani democratici di Lecce si dichiarano antifascisti” è con questa chiara affermazione che i giovani del Pd di Lecce, attraverso Diego Dantes, dimostrano la loro indignazione per quello che accadrà sabato 29 gennaio, alle ore 17.30, all’hotel Cristal di Lecce

 in relazione ad una conferenza, organizzata da CasaPound, con a tema la questione del “Mutuo Sociale” “e ci stupisce come membri autorevoli dell’esecutivo cittadino, l’assessore Severo Martini, siano seduti sullo stesso tavolo di chi persegue un certo tipo di idee, perché egli stesso rappresenta tutti i cittadini di questa città, anche coloro che hanno ancora a cuore, anzi promuovono, alcuni valori fondativi della costituzione, dal valore eterno, come quello dell’antifascismo”.
 “CasaPound, responsabili di grosse provocazioni in tutta Italia da diversi anni, sono interlocutori  che si stanno radicando sul nostro territorio ma con cui è difficile un confronto sereno d’  idee”spiega Emilio Micocci, dei giovani democratici di Lecce “perché fanno riferimento a valori dichiaratamente neo fascisti che la storia ha già giudicato”.
“Per noi il 25 aprile ha ancora un significato profondo che ci aiuta a non dimenticare, che aiuta a far capire che la nostra Repubblica democratica ed antifascista è nata dalla resistenza di uomini e di donne che restituirono libertà e dignità ad un intero paese “  chiude Agelo De Fortunatis,  sempre dei giovani democratici di Lecce 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

18 − 16 =