Un milione di rateizzazioni concesse da Equitalia per un importo che supera i 14,2 miliardi di euro. I dati al 31 dicembre 2010 confermano la tendenza in aumento dei contribuenti che scelgono la strada del pagamento a rate per saldare i debiti fiscali e contributivi.

L’agevolazione, che dal 2008 è gestita direttamente dagli agenti della riscossione, consente a famiglie e imprese in situazione di temporanea difficoltà economica di dilazionare, anche fino a sei anni, gli importi delle cartelle.

Il Lazio è la regione in cui il maggior numero di contribuenti ha fatto ricorso alle rate: ne sono state concesse quasi 140 mila per un importo di 2,6 miliardi di euro. A seguire la Campania (132 mila rateizzazioni concesse per 1,6 miliardi), la Lombardia (128 mila per 2,4 miliardi) e la Toscana (106 mila per quasi un miliardo).

Le rateizzazioni sono uno strumento fondamentale per raggiungere  l’obiettivo strategico, ormai consolidato in tutto il gruppo Equitalia, di ottimizzare il rapporto con i contribuenti. La possibilità di pagare a rate si traduce in un aiuto concreto a cittadini e imprese, consente di ridurre il ricorso a procedure cautelari ed esecutive e permette di ottenere una maggiore efficienza nell’attività di riscossione.

«La gestione delle domande di rateizzazione richiede personale specializzato capace di coniugare la valutazione di singoli casi, spesso complessi, con il rispetto delle norme che regolano il beneficio – sottolinea il vicedirettore generale di Equitalia, Renato Vicario –  L’utilizzo efficiente di questo strumento è una testimonianza concreta di come il Gruppo Equitalia, insieme all’obiettivo di contribuire al recupero dell’evasione, sia costantemente impegnato nel cercare tutte le soluzioni possibili per agevolare la vita a cittadini e imprese che intendono regolarizzare la loro posizione fiscale e contributiva».

Gran parte delle rateizzazioni concesse riguarda debiti di importo fino a 5 mila euro, per i quali non è richiesta alcuna documentazione particolare a supporto della domanda. Richiedere una rateizzazione è semplice: sul sito internet di Equitalia, www.equitaliaspa.it, sono disponibili i moduli da compilare e consegnare all’agente della riscossione, nonché la documentazione da allegare in caso di istanze per debiti superiori a 5 mila euro e un calcolatore in grado di simulare il piano di rateizzazione.

Ecco la tabella delle rateizzazioni concesse per regione e relativi importi:

Rateazioni concesse al 31.12.2010

Regione        numero        Importo in euro   
ABRUZZO         23.599        338.606.282   
BASILICATA         14.587        176.182.383   
CALABRIA         26.291        385.455.471   
CAMPANIA         132.272        1.684.761.530   
EMILIA ROMAGNA         74.745        793.293.718   
FRIULI VENEZIA GIULIA         23.223        220.321.768   
LAZIO         139.689        2.685.031.175   
LIGURIA         35.942        311.837.818   
LOMBARDIA         127.953        2.483.806.324   
MARCHE         30.822        319.273.038   
MOLISE         8.703        116.842.071   
PIEMONTE         65.198        847.088.060   
PUGLIA         92.381        1.036.760.820   
SARDEGNA         57.207        829.738.055   
TOSCANA         106.688        999.173.589   
TRENTINO AA        9.524        109.545.466   
UMBRIA         13.010        172.465.703   
VALLE D’AOSTA         2.091        17.019.747   
VENETO         54.402        720.350.712   
TOTALE        1.038.327        14.247.553.729   

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.