Esporrà al Salento Showroom di via Regina Isabella, 22 a Lecce Emanuele Spano, con una mostra fotografica dal 9 al 30 gennaio 2011.
Emanuele Spano. Classe 1978. Il suo background nasce e si sviluppa a partire da due esperienze ad alto potenziale di “creatività”: il FORMA ovvero il centro internazionale di fotografia e la Nuova Accademia di Belle Arti di Milano (NABA)

 Per descrivere in cosa eccelle o cosa è in grado di realizzare, ci vorrebbe un hard disk più grande di quello della Nasa. Emanuele Spano è visual designer, photographer, street photographer e molto, molto di più. Con l’architetto Yona Friedman, realizza per il Mart di Rovereto una casa/installazione di origami.  Nel suo entourage circolano nomi “immensi” come Peter Gehrke o Eikoh Hosoe. E’ stato assistente/fotografo ufficiale per campagne pubblicitarie di aziende del calibro di Armani, Yamamai, Richmond. Ha vinto diversi premi di importanza nazionale e internazionale, suoi lavori compaiono nelle più prestigiose e autorevoli pubblicazioni a livello mondiale del settore fotografico e del design.

A partire dal 2008 il pulsare della sua incontenibile voglia di manipolare e realizzare nuovi linguaggi artistici, lo portano a creare I’m Where I Live a Muro Leccese, a pochi chilometri dal capoluogo salentino . Un concetto di bio/compatibilità tra arte e vita, ovvero un bio/spazio dove il concetto stesso di factory si trasforma in pura funzionalità, comfort e bellezza A suggerirgli l’idea nominale dello spazio e regalargli uno stile di vita, è stata la grande Marina Carrara direttrice della storica rivista CASAVIVA. Ora Emanuele Spano sta lavorando ad un progetto per immagini di “eco/visione” dove l’obiettivo cattura ombre, immagini, colori, quasi fosse senziente. Un progetto di intelligenza naturale della fotografia.  E questa sua personale di fotografia ne è l’esempio.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sette + 19 =