”Sessantasette anni fa la Puglia protagonista di una fase decisiva nella storia del nostro Paese: la costruzione della democrazia e’ passata dal Congresso dei Comitati di Liberazione Nazionale (CLN), ospitato nel Teatro Piccinni il 28 e 29 gennaio.

Un momento alto di storia pugliese e nazionale, che appare opportuno ricordare, mentre si celebra il 150* anniversario dell’Unita”’. Lo riferisce in una nota il presidente del Consiglio regionale della Puglia, Onofrio Introna. ”All’inizio del 1944, in una Puglia solo da qualche mese liberata dal nazifascismo, da Bari ebbe origine una nuova unita’ d’Italia – fa notare il presidente Introna – All’indomani dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, il Congresso dei CLN rappresento’ il primo passo verso la creazione di un ordinamento democratico e pluralista”. Il Congresso di Bari ebbe un’eco mondiale sulle grandi testate anglosassoni e in Russia. Radio Londra lo presento’ come ”il piu’ importante avvenimento della politica estera italiana dopo la caduta del fascismo”. Da quel consenso, per il presidente USA Roosevelt, risorgeva ”lo spirito di liberta”’ in Italia. Per Introna, quindi, ”sembra giustificato celebrare questo evento di portata internazionale accanto ai temi storici legati al processo di unificazione. Da qui la proposta all’Anci, all’Upi, al sindaco di Bari ed alle segreterie regionali Cgil-Cisl-Uil di costituire un Comitato unitario per l’organizzazione di una manifestazione celebrativa del Congresso dei CLN, nel quadro delle manifestazioni giubilari del 150* dell’unita’, per affrontare, col contributo di storici e di studiosi qualificati, uno snodo fondamentale nel secolo e mezzo di vita unitaria del Paese”.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre × quattro =