La grande festa della Fòcara di Novoli, in programma dal 16 al 18 gennaio, sposa anche quest’anno, e con sempre maggiore entusiasmo, la filosofia degli alimenti a “chilometro zero”, sostenuta strenuamente da Coldiretti. Tutti gli stand che offriranno le specialità di carne, dalle salsicce, ai capocolli, alla carne di cavallo, ai “turcinieddhi”, avranno il marchio “Campagna Amica”, a garanzia della tracciabilità totale delle carni, che saranno tutte di allevamenti del Salento.

I “giorni del fuoco” diventano così anche l’occasione per far conoscere le tante bontà gastronomiche del territorio ai turisti che affolleranno l’evento. In più pizzerie e ristoranti di Novoli proporranno ai clienti ottimi menu a chilometro zero, con succulenti piatti a base di ortaggi, formaggi, conserve, frutta ed altri ghiotti ingredienti.
“Speriamo che Sant’Antonio Abate diventi sempre più il santo protettore delle ricchezze del territorio e della tradizione”, commenta il presidente di Coldiretti, Pantaleo Piccinno, che invita a gustare le specialità che verranno offerte attorno alla straordinaria “pira”, una delle più grandi  d’Europa. “Ringraziamo il sindaco di Novoli, Oscar Marzo Vetrugno, che dimostra grande sensibilità verso la promozione del territorio e verso le istanze dei coltivatori diretti. Un gemellaggio, quello tra Fòcara e Coldiretti, che può radicare ancor più questa straordinaria festa alle radici autentiche del Salento”.

Soddisfazione e gratitudine anche dal primo cittadino del centro nord salentino. “Abbiamo formalizzato e sottoscritto con Coldiretti Lecce e con la Banca di credito cooperativo di Terra d’Otranto un protocollo d’intesa per la promozione dei prodotti a ‘chilometro zero’ – spiega Oscar Marzo Vetrugno – volendo stabilire un legame sempre più stretto tra la Fòcara e il territorio. A tal fine, così come previsto dal protocollo, il marchio ‘Fòcara’ coniugato al marchio ‘campagna amica’ di Coldiretti verrà posto a garanzia della qualità dei prodotti ‘doc’ del Salento”.