Dopo un diverbio per motivi banali, hanno fatto irruzione con violenza nell’abitazione di un condomino di 36 anni, e qui hanno prima spinto a terra la moglie, peraltro incinta, quindi lo hanno picchiato con calci e pugni. Infine, utilizzando un oggetto in ceramica trovato in casa, gli hanno procurato

 

un trauma cranico con ferita lacero-contusa alla testa giudicata guaribile in 10 giorni all’ospedale di Poggiardo, in provincia di Lecce. E’ accaduto a Minervino di Lecce. L’uomo ferito e’ stato dimesso.

I carabinieri hanno arrestato per violazione di domicilio con violenza sulle cose o alle persone e per Lesioni personali A.F., 47 anni, operaio, gia’ noto alle forze di polizia, suo figlio A.F., 26 anni, operaio, e il nipote, V.M., 27 anni, operaio.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque × uno =