“Le parole scritte nero su bianco del procuratore Cataldo Motta testimoniano la gravità della situazione monteronese, gravità che il Partito Democratico non ha mai omesso di rappresentare in tutte le sedi, dai consigli comunali alle manifestazioni pubbliche, alle prese di posizione sulla stampa.” Lo comunica Alessio Attanasio.

“Già nel settembre del 2010 abbiamo organizzato una manifestazione pubblica sulla legalità alla quale hanno partecipato la Vice Presidente della giunta regionale  Loredana Capone, il Senatore Alberto Maritati, Don Raffaele Bruno e il Sindaco Lino Guido al quale, in quella sede, abbiamo chiesto espressamente maggiore trasparenza nella gestione della cosa pubblica, incassando l’impegno dello stesso sindaco in questa direzione.

Coerenza vorrebbe che il Sindaco mantenesse fede a quell’impegno preso con noi e con i cittadini monteronesi, compiendo atti chiari ed inequivocabili. In attesa di questi atti il Partito Democratico di Monteroni insieme alla Federazione provinciale, già nelle prossime ore, chiederà un incontro con il Prefetto al quale porteremo la nostra testimonianza correlata dai verbali dei consigli comunali, dalla rassegna stampa di questi ultimi mesi e dai contenuti di quella manifestazione. Documentazione che metteremo a disposizione anche di tutti i cittadini monteronesi.

Nell’attesa che la magistratura faccia al più presto chiarezza, il Partito Democratico continuerà a svolgere un ruolo di controllo e di garanzia nell’interesse della Città come sempre ha fatto, con il senso di responsabilità che ci ha sempre contraddistinto e che ci ha portato a criticare con fermezza l’amministrazione ogni qual volta si sono avuti i minimi sentori di poca trasparenza e di mal governo.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × due =