Al via il percorso artistico-culturale che caratterizza l’edizione 2011 de “Sant’Antonio Abate e la Focara. I Giorni del Fuoco”. Convegni, dialoghi e mostre, per offrire ai novolesi, ma anche ai tanti turisti e visitatori occasioni di crescita e di scambio di idee.

Il tutto a cura del Sistema Culturale Unico del Comune di Novoli, in collaborazione con i numerosi Enti e Partner dell’Evento. 
Novità del cartellone  la mostra “Novoli…  Immagini d’Antan” a cura de Il Parametro Editore, che sarà inaugurata domani 13 gennaio negli spazi dell’associazione in via Umberto I – angolo via Matilde, subito dopo la presentazione ufficiale prevista alle ore 17 presso il Teatro Comunale di Novoli.
All’incontro parteciperanno il professore Antonio Costantini e il direttore della Biblioteca provinciale di Lecce Alessandro Laporta, oltre agli autori del volume collegato Piergiuseppe De Matteis e Mario Rossi.
La mostra, dal sottotitolo “icone fotografiche emozionali ed emozionanti per conoscere, riflettere e far conoscere”, nasce come un “affascinante ed entusiasmante avventura”, perché, come spiegano gli autori, “è nostra intima convinzione, che una storia si possa raccontare in modi differenti” e “attraverso queste immagini prende corpo il profilo di un territorio novolese sottoposto nel corso dei decenni a numerosi cambiamenti”.
In programma domani sera anche la presentazione del volume “Neoprotimesis”, raccolta degli studi in memoria di Oronzo Parlangeli a 40 ani dalla scomparsa, a cura del professor Mario Spedicato, docente di Storia moderna presso l’Università del Salento. L’appuntamento, organizzato dal Comune di Novoli e dalla Società di storia patria per la Puglia è previsto all’interno della Saletta della Cultura di via Matilde dalle 18.
All’incontro parteciperanno il curatore e il professor Rosario Coluccia, preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università del Salento. Le conclusioni sono affidate al sindaco di Novoli Oscar Marzo Vetrugno.
Il volume, come si spiega nella prefazione, “mira in primo luogo a ricordare l’uomo e la sua infaticabile attività di ricerca e in secondo luogo a raccogliere ancora qualche frutto di quanto ha seminato con il coinvolgimento di studiosi, colleghi ed allievi, espressione diretta della sua scuola (…). L’eredità di Oronzo Parlangeli non può assolutamente andare dispersa”.
“E’ una gioia per l’Amministrazione comunale di Novoli vedere realizzato un sogno: la crescita esponenziale dell’offerta culturale del nostro territorio comunale, per cui ringrazio il Sistema Culturale Unico del Comune di Novoli, che continua a valorizzare contenitori e contenuti del nostro patrimonio locale – afferma Oscar Marzo Vetrugno, Sindaco di Novoli. Sono contento perché sempre più la festa di Sant’Antonio Abate e la Focara di Novoli assume, annualmente, il ruolo di evento contenitore di produttività delle risorse umane e materiali, pubblico private, del sistema di partenariato coinvolto: una vetrina di manifestazioni e laboratori caratterizzanti tradizione e cultura locale, dai forti contenuti identitari”.

CONDIVIDI