Venerdì 14 gennaio (ore 22.30 – ingresso gratuito) al Coffeeandcigarettes di Lecce nuovo appuntamento live con gli Jader.  Reduci dalle tournee oltremare della BandAdriatica e dalla pubblicazione  del primo cd del progetto Adria, il trio terribile della musica  adriatica (Jader è l’antico nome della città di Zara dal quale sembra  abbia preso origine il nome Adriatico) si avventura in un progetto in trio.

In questa formazione i tre musicisti salentino-albanesi si  spingono nella ricerca di sonorità ricercate e articolate, mettendo a  frutto una collaborazione che negli ultimi anni ha creato un sound efficace e compatto. Il trio infatti è il nucleo operativo di progetti  che stanno riscuotendo notevole attenzione al livello italiano ed  europeo e nei concerti esprime tutta la sua originalità, portando al  limite gli strumenti in un gioco continuo di spunti improvvisativi e di  tensione espressiva. I brani del repertorio sono composizioni inedite sintesi dell’esperienza straordinaria della contaminazione e respirano  di incessanti richiami alle musiche delle sponde dell’adriatico, per  ispirazione o per citazione diretta. I musicisti provengono da  esperienze musicali affini che hanno trovato uno sviluppo naturale in  questa collaborazione, che dà luogo ad una proposta ricca e articolata  in cui ogni singolo strumento spazia con ampie possibilità d’espressione  e con totale libertà.
L’organetto, il violoncello e il sax creano  insieme un tessuto ritmico-armonico intrigante e completo, punto  d’arrivo di percorsi geografici e stilistici differenti (Sud Italia, Albania, Nord America, Spagna) che confluiscono in maniera del tutto  complementare in questa moderna formazione musicale. E l’adriatico si  trasforma ancora una volta, nelle mani di questi musicisti-viaggiatori,  da culla in crogiuolo, da comodo divano in labirinto.

Domenica 16 gennaio al Coffeandcigarettes di Lecce nuovo appuntamento con l’aperitivo e il mercatino equo-solidale. Dalle 19  spazio all’esibizione della danzatrice Luisa Spagna accompagnata dal  percussionista Paolo Pacciolla. Il mercatino equo-solidale  coffeeandcigarettes sostiene il progetto Congo dei padri missionari  comboniani: fare un regalo con una modica cifra comprando un oggetto di  ottima fattura artigianale africana significa sostener una buona causa.  L’intero ricavato andrà a sostegno del progetto Congo: diamo la  possibilità a tutti i bambini congolesi di andare a scuola. Il progetto  ha lo scopo di rendere possibile a centinaia di ragazzi l’accesso  all’istruzione scolastica. Con 60 euro all’anno per ragazzo possiamo mandare a scuola quanti più bambini possibile nella zona del Kisangani  (Congo)

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque × 2 =