Si sono svolti oggi a Lecce gli accertamenti tecnici sull’auto Hyundai di proprieta’ di Mariagrazia Greco, 46 anni, la donna arrestata dai carabinieri con l’accusa di aver ucciso a martellate a Torchiarolo, in provincia di Brindisi, il marito, l’imprenditore di 50 anni, Antonio Ingrosso il cui corpo e’ stato trovato la mattina del 9 gennaio

a due giorni dalla scomparsa, nelle strade della localita’ costiera di Casalabate, nel leccese. L’obiettivo era quello di esaltare eventuali tracce biologiche. L’esame si e’ svolto nella sede del Comando provinciale dei carabinieri di Lecce da parte dei militari della Sezione Investigazioni Scientifiche di Lecce e Bari. Il sopralluogo, eseguito su delega della Procura della Repubblica di Lecce, il pubblico ministero Giovanni Gagliotta, alla presenza del difensore di Mariagrazia Greco, che si trova ristretta in carcere. Era presente anche l’avvocato di parte civile. I risultati dei rilievi tecnici si avranno nei prossimi giorni.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sedici − 3 =