Gli avvisi TARSU, notificati dalla società Censum ai cittadini parabitani, relativi agli anni 2005-2010, sono illegittimi, è quanto sostengono i movimenti partitici “Bene comune e Parabita Domani” che hanno diramato alla stampa il comunicato che segue. Il 30 dicembre 2010 l’avv. Maurizio Villani, esperto in materia di tributi, interpellato dallo stesso Sindaco, ha confermato tutto quello che noi, da diversi mesi, stiamo dichiarando: le sanzioni nelle cartelle TARSU, così come applicate, sono illegittime, ingiuste ed illecite

 
In un momento drammatico per le finanze di ogni famiglia e di ogni piccola impresa, le illecite vessazioni contenute nelle migliaia di cartelle TARSU sono state un colpo di grazia inferto dal Sindaco con il contributo di qualche professionista arruolato e retribuito per lo scopo.
Ignorare il parere dell’esperto tributarista non è stata una bella pensata. La verità è venuta fuori.
In particolare: la sanzione 2010 è inammissibile perché relativa all’anno in corso (le cartelle sono state notificate a fine 2010). Ogni cittadino ha la possibilità di mettersi in regola con la denuncia di variazione (da presentare entro il 20 gennaio dell’anno successivo). Tutte le altre sanzioni sono anch’esse illegittime perché, al più, si sarebbe dovuto applicare il cumulo giuridico con l’irrogazione di una sanzione unica.
Invece no, la maggioranza si preoccupa solo degli incassi giornalieri, attende con ansia che quel 20 gennaio passi presto.
Chiediamo al Sindaco e ViceSindaco di ammettere i danni provocati a tutti i cittadini vessati e di annullare le cartelle, rimborsando quanto pagato ingiustamente e rideterminando gli importi dovuti.
Comuni come Alezio, Morciano di Leuca e, in ultimo, Terlizzi (in quest’ultimo la società di riscossione è la stessa CENSUM) hanno fatto marcia indietro ed hanno rinunciato a fare cassa, cancellando le sanzioni. Ad esempio Terlizzi, ha annullato per intero le 20.000 cartelle notificate con le scuse ai concittadini.
A Parabita, invece, si bada solo alla “CASSA” saccheggiando i cittadini.
Per discutere del problema TARSU è stato organizzato un incontro pubblico che si svolgerà presso l’Archivio Storico Parabitano, sala “Fiore Pisanello”, Via Scorrana – Parabita venerdì 21 gennaio – ore 18,30

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciannove − 7 =