Il coordinamento regionale del Pdl della Puglia, convocato oggi pomeriggio a Bari dal Coordinatore e dal Vicecoordinatore regionale, Sen. Francesco Amoruso e On. Antonio Distaso, ha approvato all’unanimità il seguente documento:

Il coordinamento regionale del Popolo della Libertà, riunito a Bari il 31 gennaio 2011

dibattuta l’attuale situazione politica

– prende atto della nuova campagna mediatico-giudiziaria scatenata contro il Presidente del Consiglio dei Ministri e orientata ancora una volta esclusivamente a contrastare la sua azione di governo e a demolire il progetto politico da lui promosso e rappresentato, e in tal senso esprime piena solidarietà a rinnovata fiducia al Presidente Silvio Berlusconi;

– valuta con grande soddisfazione l’azione di governo promossa dal Presidente Berlusconi ed esprime grandissimo apprezzamento per il piano del Sud elaborato dal Ministro Raffaele Fitto ed approvato dal Consiglio dei Ministri, che costituisce la premessa per un’azione di Governo efficace ed incisiva per lo sviluppo del Mezzogiorno attraverso azioni di sistema in grado di far superare alle regioni del Sud gli storici ritardi in termini di infrastrutture e di capacità di attrazione degli investimenti;

– verifica come a quasi un anno dalle elezioni regionali l’attività di Governo della Regione Puglia abbia mostrato in maniera chiara e certificata il suo aspetto più fallimentare, rappresentato dalla certificazione di un disastro finanziario nel settore sanitario, i cui effetti stanno ricadendo brutalmente sui cittadini, a partire dalla chiusura coatta di dodici presidi ospedalieri e continuando con l’imposizione di nuove tasse quali l’addizionale sulla benzina, l’addizionale Irpef e il ticket di 1 euro su tutte le ricette mediche, peraltro in chiaro contrasto con gli slogan elettorali che hanno garantito per due volte la elezione di un governo regionale di sinistra;

– prende atto altresì di come in questi anni le responsabilità amministrative del PdL siano cresciute significativamente, esprimendo il nostro partito gran parte della classe dirigente ed amministrativa pugliese nei comuni e nelle province;

tutto ciò premesso, il Coordinamento Regionale del Popolo della Libertà

1) ritiene indispensabile rilanciare e radicare l’azione politica e la presenza del Partito sul territorio al fine di garantire una maggiore capacità di raggiungere l’opinione pubblica e l’elettorato, di organizzare il consenso e di formare una classe dirigente all’altezza delle responsabilità e delle sfide future;

2) a tal fine impegna i coordinatori e vice coordinatori provinciali, d’intesa con i parlamentari ed i consiglieri regionali del territorio, a procedere entro 15 giorni alla nomina dei coordinatori cittadini secondo le procedure statutarie;

3) impegna altresì il coordinatore e vice coordinatore regionale a procedere entro 15 giorni alla nomina dei responsabili organizzativi e di settore del coordinamento regionale, attivando anche consulte tematiche che garantiscano la più ampia partecipazione alla discussione politica e programmatica interna al partito;

4) impegna i vertici regionali del partito ad avviare una fase di allargamento e di aggregazione su tutto il territorio che coinvolga attivamente tutto l’elettorato moderato del centrodestra attraverso un più serrato ed intenso confronto con gli eletti, con i movimenti e con le forze politiche che sono naturalmente collocate all’interno di quest’area politica;

5) aggiorna i suoi lavori ad una prossima riunione del coordinamento da tenersi entro il 14 febbraio p.v. onde poter verificare la avvenuta nomina delle strutture territoriali del partito ovvero, laddove non ancora definita, procedere in sostituzione di quanti dovessero risultare inadempienti.

6) affida pieno mandato al coordinatore regionale Sen. Francesco Amoruso e al vice coordinatore On. Antonio Di Staso a rappresentare i contenuti di questo documento in sede nazionale, e a garantirne la piena attuazione.

CONDIVIDI