Stalking, violenza privata, minacce e abuso di potere: con queste accuse, stamattina i carabinieri della stazione di Leverano hanno arrestato uno psicologo del carcere di Lecce, Fedoro Koukakis, 59 anni, di origine greca. L’uomo, cui sono stati concessi gli arresti domiciliari, avrebbe importunato con telefonate, messaggi Sms, pedinamenti, visite a casa e quant’altro, la moglie 42enne e la figlia 23enne di un detenuto condannato per fatti di droga.

Il professionista avrebbe anche minacciato il detenuto, che aveva saputo delle molestie da moglie e figlia, di farlo trasferire in un altro carcere, se si fosse azzardato a denunciarlo. Alla denuncia hanno invece provveduto le due donne, e dopo un’indagine dei carabinieri, il sostituto procuratore Stefania Maria Mininni ha chiesto e ottenuto dal giudice Carlo Cazzella, l’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

otto − 4 =