Dopo il concerto al Teatro Politeama Greco di Lecce il sassofonista salentino Raffaele Casarano prosegue il tour di presentazione del suo ultimo lavoro discografico, Argento, targato Tǔk Music, etichetta di Paolo Fresu che ha prodotto il disco in collaborazione con My Favorite Records.

Argento è un lavoro incredibilmente accattivante e denso di grande musica, la giovane età di Raffaele lo porta a superare i dogmi e le regole “non scritte” del jazz per amalgamare insieme tutto il bagaglio musicale di un ragazzo non ancora trentenne. Con grande genialità Raffaele unisce in maniera del tutto spontanea il jazz, il rock, il flamenco (un leggero profumo di Spagna che pervade tutto il disco) e l’elettronica. Accanto a sferzate di pure energia come “Trilogy” e “Binario X” convivono spontaneamente momenti di grande lirismo melodico in brani memorabilia come “Signora Luna” e “Via dei Corbezzoli”. Capitolo a parte è invece “Da lontano” dove il testo e la voce della giovanissima Carla Casarano (sorella di Raffaele) hanno il caldo sapore del Mediterraneo, del Sud più passionale.

Venerdì 21 gennaio (ore 22:00 – info 080.758863 – 392.2324523) il tour farà tappa al Club 1799 di Acquaviva Delle Fonti (Ba).

Sabato 22 gennaio (ore 21:00 – info 392.9318705-327.1848706) Casarano sarà in concerto al Petra Live Club di Ceglie Messapica (Br).

Domenica 23 gennaio, doppio appuntamento a Napoli. Alle 18.00 presentazione del disco alla Fnac (via Luca Giordano – info 0812201000) mentre alle 21.00 live presso il Marabù club (Via G. Toma, 5-C – 0813449490).

Lunedì 24 gennaio sul palco dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, Raffaele Casarano, affiancato per l’occasione da Paolo Fresu, aprirà la rassegna “Generazione X”. “Repubblica Roma Rock” è una serata speciale, una piccola “Woodstock” della musica italiana organizzata in collaborazione con il quotidiano la Repubblica. Vi partecipano band scelte tra i musicisti che hanno inviato un file-audio al sito di Repubblica “La Vostra Musica” e grandi nomi della musica italiana nello spirito di uno scambio di esperienze tra diverse generazioni di artisti.

Nel progetto Argento Raffaele Casarano è affiancato sul palco da Marco Rollo (piano, laptop, live programming, synt), Marco Bardoscia (basso, live electronics), William Greco (piano), Carla Casarano (voce), Checco Leo (chitarra flamenco), Salvatore Cafiero (chitarra elettrica) e Alessandro Monteduro (percussioni)

Raffaele Casarano si avvicina allo studio del sax all’età di sette anni con una forte passione per la musica, in particolare il jazz, intraprende gli studi presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari. Si diploma nel 2004 presso il Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce, studia successivamente jazz con Roberto Ottaviano, frequenta inoltre master classe con artisti come Dave Liebman, Emiliano Rodriguez, Maurizio Giammarco. “Argento”, nuovo lavoro discografico del sassofonista targato Tǔk Music, etichetta di Paolo Fresu, conclude la trilogia del progetto Locomotive dopo “Legend”, disco d’esordio (Dodicilune, 2006) totalmente acustico e con la partecipazione dell’Orchestra Sinfonica del Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce, e “Replay” (Universal, 2009). Recentemente due suoi brani sono stati inseriti in Jazz al Dente, la prima compilaton da ascoltare e da gustare pubblicata da My Favourite Records al fianco di Paolo Fresu, Gianmaria Testa, Fabrizio Bosso, Musica Nuda, The Dining Rooms, Fausto Mesolella (Avion Travel). Casarano ha collaborato ed inciso con Philip Catherine, Buena Vista Social Club, Paolo Fresu, Javier Girotto, Massimo Manzi, Andrea Braido, Giovanni Imparato, Lincoln Goines, Mark Soskin, Benjamin Henocq, Mimi Verderame, Yuri Goulbev, Tino Tracanna, Maurizio Giammarco, Roberto Ottaviano, Eddy Palermo, Meridiana multi_jazz orchestra, Andrea Pozza, Gianluca Petrella, Patrizia Conte, Ensemble Notte Della Taranta, Franco Califano, Negramaro, Moni Ovadia, Anonima folk, Riccardo Pittau, Opa Cupa, Manigold, Vertere String 4tet, Marian Serban, Après La Classe, Bachire Gareche, Dario Muci. Raffaele Casarano è direttore artistico del Locomotive Jazz Festival giunto nel 2010 alla sua quinta edizione.



CONDIVIDI