”Abbiamo confermato un’alleanza, ci siamo confrontati su modelli possibili di ulteriore evoluzione dell’organizzazione di protezione civile ed abbiamo passato in rassegna i problemi del territorio pugliese: da quelli del dissesto idrogeologico a quelli legati al rischio sismico ed agli incendi”.

Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, incontrando oggi a Bari il capo del Dipartimento della Protezione civile della presidenza del Consiglio dei ministri, Franco Gabrielli. ”Gabrielli – ha detto Vendola – ha cominciato il suo giro per le regioni dalla Puglia. Quello con la Protezione Civile e’ un rapporto molto intenso di collaborazione, una sorta di feeling legato – ha spiegato Vendola – all’idea che in un territorio che era sprovvisto di una sua moderna organizzazione si potesse sperimentare un modello maturo e avanzato”. ”Abbiamo confermato un’alleanza – ha aggiunto – ed e’ molto importante sapere di essere in questa nuova fase con la Protezione civile nazionale che ci offre una guida con cui possiamo condividere obietti importanti per la sicurezza dei cittadini”. A margine dell’incontro, cui ha partecipato anche l’assessore regionale alla Protezione civile, Fabiano Amati, Vendola ha parlato anche di dissesto idrogeologico (”abbiamo il monitoraggio di tutte le situazioni critiche”) e della situazione legata ai rifiuti campani: ”Il comportamento della Regione Puglia, attraverso l’Arpa, – ha assicurato – e’ di un rigore esemplare, neanche un camion che avesse un difetto minimo ha potuto sversare rifiuti nelle discariche pugliesi e devo dire che i rifiuti campani per come sono stati monitorati sono i migliori possibili, e su questo sono state dette tante sciocchezze”. ”Viceversa – ha aggiunto Vendola – ci sono problemi di altra natura che attengo alla cattiva conduzione di alcune discariche su cui spero che le autorita’ competenti segnalino o intervengano”.