Non si placano le polemiche a seguito dello “scippo” di frequenze radiofoniche, come era stato definito dal presidente di Mixer Media Paolo Pagliaro, che nei giorni scorsi hanno permesso a Radio Padania di trasmettere su territorio salentino sulle frequenze di Radio Nice di proprietà della Mixer Media

Una “radio comunitaria”,era stata definita, che offre cioè un servizio alla comunità, ma è evidente che si tratta di tutt’altro a giudicare anche dai messaggi vessatori lanciati dagli speaker all’indirizzo del territorio salentino, degli abitanti e degli amministratori. Il mondo politico locale si è mobilitato all’unisono al di là del colore e ha espresso l’indignazione nei confronti del Governo centrale che ha permesso l’usurpazione contribuendo finanziariamente. Di seguito il commento della Senatrice Adriana Poli Bortone, Presidente nazionale di Io Sud e che fin dalla fondazione del movimento, oggi partito, si è battuta a favore delle politiche per il sud.

“Azioni parlamentari in grado di dare immediate ed efficaci risposte per impedire che il nostro territorio sia impoverito di voci utili alla crescita economica del Salento e delle sue aziende, compreso quelle radiofoniche e telefoniche. Da sempre – continua – l’emittenza locale oltre a garantire occupazione è anche uno strumento utile alla valorizzazione delle nostre aziende e della nostra cultura. Su questo voglio anche misurare il grado di solidarietà dei colleghi parlamentari che dovrebbero scendere in difesa del territorio che rappresentano”. La presenza di Radio Padania sul nostro territorio è chiaro segnale dell’ ambizione espansionistica della Lega. Per questo credo, conclude la senatrice Poli Bortone,  che i tempi siano maturi per la crescita ulteriore di Io Sud che non deve restare un partito  relegato ad una particolare area, ma che deve diventare un partito per il Mezzogiorno.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sette − 3 =