Avrebbe adescato giovani massaggiatrici, promettendo loro, previo colloquio, un posto di lavoro nel “suo” centro benessere, sito nei pressi di piazza Mazzini, a Lecce. Un colloquio “hot”: le ragazze, per ottenere il posto, dovevano spogliarsi. E il centro benessere? Inesistente.

Al centro della vicenda, un leccese, sulla 50ina, fantomatico titolare di un centro estetico in citta’, che in ogni occasione si presentava alle sue vittime con un nome diverso. Un modo per confondere le acque. A far venire a galla la vicenda sono stati gli inviati di Striscia la notizia Fabio e Mingo che, con la complicita’ di una donna, hanno fissato un appuntamento con il leccese, per parlare di lavoro, rispondendo agli annunci che l’uomo pubblicava sulla carta stampata e su internet. All’aspirante massaggiatrice, il presunto titolare del centro di benessere, dopo averle posto alcune domande per valutare la sua formazione professionale, avrebbe avanzato la richiesta a sfondo sessuale. Una scena immortalata da una telecamera nascosta, che la donna aveva portato con se’.

I due giornalisti di Striscia, nel primo pomeriggio di oggi, hanno rintracciato l’uomo nei pressi della galleria Mazzini, all’interno di un bar. Venuto a conoscenza del motivo della loro visita, il leccese ha cercato rifugio, entrando in un portone. Qui’, ha poi contattato il 118, richiedendo assistenza medica a causa di un malore. Trasportato in ospedale, il leccese, C.V. (queste le sue iniziali), e’ stato ricoverato.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due + uno =