Il vicepresidente nazionale dell’ass. nazionale per la tutela dei diritti onlus, Salvatore Antonazzo concorda con le affermazioni del presidente di Mep Antonio Buccoliero ed afferma: il diritto alla salute dei cittadini e la fiducia nelle pubbliche istituzioni sanitarie e’ imprescindibile e fondamentale; bisogna assolutamente fare chiarezza.

“Le analisi dell’Asl escluderebbero la presenza di droghe in ospedale. Il polverone sollevato dall’ex dirigente sanitario. Ma il consigliere regionale vuole più chiarezza. Parte un’interrogazione.”
I cittadini di Galatina e tutti i fruitori della struttura ospedaliera devono avere la totale certezza che, in un momento di emergenza, chi è preposto alla cura ed alla salvaguardia della loro salute sia in grado di intervenire con efficienza e professionalità.
Proprio in questa ottica si concorda pienamente con l’iniziativa del Presidente dei Moderati e Popolari e Consigliere Regionale Antonio Buccoliero che ha chiesto una interrogazione al l’Assessore alla Sanità della Regione Puglia in merito all’episodio che ha caratterizzato il nosocomio galatinese ed al presunto uso di droga all’interno dello stesso.
L’iniziativa è particolarmente apprezzabile non solo perché finalizzata a fare chiarezza su una vicenda dai torbidi contorni ma, soprattutto, perché permetterà alla cittadinanza galatinese ed a tutti i fruitori del S. Caterina Novella di continuare ad avere fiducia e certezza nell’efficienza dell’Ospedale di Galatina e nella indubbia professionalità di tutto il personale, sia medico, sia infermieristico etc.

CONDIVIDI