Una recente attività ispettiva effettuata dai Militari della Guardia di Finanza di Casarano a contrasto del “lavoro sommerso”, ha permesso di scoprire 5 lavoratori in nero alle dipendenze di un imprenditore della provincia.

Il servizio si è svolto mediante un preliminare appostamento nelle immediate adiacenze dell’impresa, proseguito poi con l’accesso nell’azienda.

Nei locali dell’impresa calzaturiera, dopo aver proceduto all’identificazione di tutto il personale dipendente, le reali mansioni svolte e l’orario di lavoro giornaliero prestato, i Militari hanno acquisito ed esaminato il libro unico del lavoro rilevando l’omessa presa in carico dei dipendenti a conferma dell’impiego illecito dei stessi.

Successivamente all’intervento delle Fiamme Gialle, l’imprenditore provvedeva a regolarizzare fiscalmente la posizione lavorativa dei lavoratori “in nero” ed a versare le relative ritenute non operate e non versate a partire dalla data di assunzione.

Il servizio si è concluso con la segnalazione agli Uffici competenti ai fini dell’irrogazione delle previste sanzioni amministrative.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × tre =