Per chi non l’avesse ancora capito, i rapinatori fanno sul serio. Dopo i due colpi messi a segno questa mattina alla Bnl di Galatina ed al Banco di Napoli di Lecce, altri sei assalti armati sono stati portati a termine nelle scorse ore, rispettivamente a Lecce, San Cesario, Aradeo, Tuglie e Surbo.

Nel mirino dei banditi sono finiti due supermercati della catena Eurospin: nel capoluogo, nel pomeriggio, i malviventi hanno visitato per la seconda volta, in poche settimane, l’attività commerciale in via Moricino. Qui, ad agire, sono stati in due, entrambi armati di pistole e travisati. Il bottino non supera i mille euro.
Stesso copione che, a San Cesario, poco più tardi, è andato in scena nell’Eurospin in via Giovanni Paolo II, nei pressi della provinciale 362. I banditi, soldi in pugno (qualche centinaio di euro) sono fuggiti su una Peugeot 106 scura, fuggita verso una destinazione sconosciuta.
L’altro assalto armato è stato messo a segno ai danni del supermercato “Girasole” di Tuglie, sito in via Torino. Questa volta, in azione è entrato un solo bandito, ancora una volta armato di pistola. Magro il bottino, fuggito insieme al rapinatore su uno scooter.

Nella tarda mattinata, ad Aradeo, altra rapina. Questa volta ai danni della Banca Popolare Pugliese, in via Sannicola. Ad agire un bandito solitario che, pistola in pugno, ha portato via poco più di 15 mila euro dalle casse.

In serata, invece, un rapinatore solitario ha assaltato il negozio di fiori “Orchidea”, in via Rubichi 53, a Surbo. Minacciando il titolare con una siringa,  il bandito si è fatto consegnare i soldi, contenuti nel registratore di cassa. Appena 50 euro.

Poco più tardi, a Strudà, due giovani, armati e travisati, hanno tentato una rapina ai danni di un alimentari, sito in piazza Risorgimento. L’inesperienza e la reazione del titolare ha fatto naufragare il colpo.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

20 − 14 =